#100GiorniDiGoverno, Iorio (sindaco di Tortora): ‘Tante criticità, ma siamo al lavoro su infrastrutture e valorizzazione del territorio’

BASILICATA – In politica, ma più in particolare nell’amministrazione pubblica, dopo i primi 100 giorni si stila un primo bilancio dell’attività, sia in termini di cose fatte che in progetti da realizzare nel medio-breve termine. E così, noi di ivl24 abbiamo voluto aprire uno spazio ai Sindaci eletti nella scorsa tornata di settembre per tracciare un primo punto della situazione. Nostro ospite di oggi è Antonio Iorio, primo cittadino di Tortora.

Primi mesi da Sindaco, come ha trovato il suo comune?

In questi mesi, oltre ad attuare i primi interventi delle nostre linee programmatiche, abbiamo dovuto affrontare molte criticità sul nostro territorio, dalle mareggiate che hanno causato danni sul litorale al patrimonio pubblico e privato, dove si è intervenuto con opere di ripristino e consolidamento della scogliera esistente, le frane nelle zone montane che hanno interessato anche la chiusura di alcuni tratti della viabilità, nonché la preoccupazione per le deviazioni dei corsi d’acqua del fiume Noce e della Fiumarella dove siamo stati costretti ad intervenire con urgenza per salvaguardare strade e proprietà private“.

Emergenza Covid-19, anche Lei ha dovuto affrontarla gioco forza nei primi mesi di Amministrazione. A che punto siamo con tracciamento e vaccini?

L’emergenza epidemiologica che stiamo vivendo desta molta preoccupazione, considerando soprattutto la nostra realtà sanitaria, anche se la situazione sul nostro territorio è sotto controllo grazie al senso di responsabilità dei cittadini e all’operato del comando della polizia municipale, attenta al tracciamento dei contatti stretti che ci permette di contenere la diffusione del contagio. Per il momento, i vaccini sono stati riservati agli operatori sanitari“.

Quali sono i primi importanti provvedimenti che Lei e la sua giunta ha messo già in campo?

I primi provvedimenti sono stati di carattere ordinario ed hanno interessato particolarmente alcuni interventi sulla rete di raccolta acque bianche nella zona marina onde evitare allagamenti delle strade con conseguenti danni alle proprietà private, pulizia di strade e cunette nelle frazioni montane al fine di renderle fruibili e sicure ed altri interventi sulla rete fognaria e pubblica illuminazione“.

Il suo programma di governo cittadino cosa prevede nei prossimi mesi?

Messa in sicurezza del litorale con intervento di ripristino di un tratto di viabilità e rifacimento della scogliera di protezione, nuovo arredo del lungomare con previsione di una ringhiera di protezione, messa a dimora di nuove piante e realizzazione di una pista ciclabile, ampliamento della strada Via Guida di sbocco sul lungomare e completamento dei lavori al chiostro del monastero per valorizzazione del patrimonio nel centro storico“.

Come giudica il suo dialogo con gli Enti regionali e di Governo?

In questi primi mesi ho avuto modo di interfacciarmi in modo ottimale con gli uffici provinciali, regionali e dipartimenti della Protezione Civile, autorità di bacino nonché della soprintendenza archeologica e paesaggistica dei beni ambientali, con cui abbiamo stipulato protocolli di intesa per avere supporto sia in fase di progettazione che durante la fase di esecuzione dei lavori per interventi che abbiamo pianificato sul territorio, quali opere di difesa del litorale e valorizzazione del parco archeologico“.

Come vede il suo Comune alla fine del mandato?

Immagino un comune visibilmente rinnovato con opere infrastrutturali che possano rilanciare l’economia del territorio con nuove opportunità di investimento ed occupazione“.