#AmministrativeLauria: primi comizi in piazza per Pittella, Rossino incontra le associazioni culturali e sociali

LAURIA (PZ) – Nella villa comunale del rione superiore e nella piazza del popolo al rione inferiore si è aperta venerdì la campagna elettorale della lista “Lauria radici e futurocon candidato sindaco Gianni Pittella . Proprio nel giorno del compleanno della Senatrice Segre simbolo delle atroci persecuzioni naziste, e la vigilia dell’anniversario del tremendo attacco terroristico alle Torri Gemelle.


“Far vivere i valori della democrazia e della libertà non è una declamazione retorica e rituale ma l’impegno a governare ricreando un clima di fiducia, di pace, di rispetto verso tutti e tra tutti”, si legge in una nota diramata.


“Tutti protagonisti, tutto nessuno escluso e chiamati a far sentire la propria voce di proposta, di critica, d’impegno diretto alla vita della nostra comunità. L’attacco alle torri gemelle, il crollo del muro di Berlino e il dramma del Covid-19 sono gli eventi più importanti del nostro tempo.

Dopo il Covid nulla sarà come prima e occorrerà ridisegnare il nostro modello di sviluppo all’insegna della rivoluzione verde, della difesa del territorio, del digitale applicato a scuole, amministrazioni pubbliche, sanità, famiglie, singoli cittadini, della coesione sociale, delle infrastrutture sostenibili, del superamento di condizioni sperequate per giovani e donne, anziani e bambini, diversamente abili.

“Noi siamo in campo”, conclude il comunicato della lista Lauria Radici e Futuro, “perché queste sfide fanno tremare i polsi, ma c’è bisogno che una squadra di persone piene di esperienza, di energia e di passione, di competenza e di amore per la propria comunità, voglia abbracciarle e vincerle!

Ieri invece incontro del candidato Sindaco Antonio Rossino- lista Lauriaincomune-, con le associazioni culturali e sociali presenti sul territorio.

.Partendo dal presupposto che occorre regolamentare ed istituzionalizzare la presenza di tali associazioni istituendo un apposito Albo, Rossino ha chiesto ai vari esponenti quali aspettative abbiano le associazioni verso la nuova amministrazione e soprattutto cosa si aspettano in termini di collaborazione.

A tal proposito Rossino ha annunciato che se la lista da lui capeggiata dovesse avere la possibilità di governare Lauria, verrà creato uno sportello ad hoc che sia a supporto delle associazioni nella gestione degli eventi e in tutte le fasi che precedono gli stessi. Una collaborazione ed un supporto relativo alla gestione delle pratiche ed in particolare a richieste di autorizzazioni che spesso sono il punto nevralgico intorno a cui ruota l’organizzazione di eventi e manifestazioni.
Rossino si è fatto carico delle lamentele giunte da parte delle associazioni relative ad alcune lacune ereditate dalle precedenti amministrazioni che non hanno saputo coinvolgere i laurioti e che non hanno saputo interfacciarsi con i soggetti sociali e culturali.

Per Rossino resta fondamentale la necessità di garantire a tal proposito un’amministrazione capace ed attenta che sia in grado di aprire le porte del Comune ad ogni iniziativa sociale e culturale di valenza rilevante per l’intera comunità.


Ruolo primario verrà dato alla Pro Loco che, come accade altrove, deve essere di raccordo tra enti e associazioni per dettare le linee guida di eventuali cartelloni culturali per garantire alla comunità di Lauria di avere un’ampia scelta di percorsi ed iniziative culturali rivalutando anche alcuni luoghi che potrebbero dare lustro ad ogni iniziativa. Inoltre il candidato Sindaco ha preso l’impegno di controllare le disponibilità finanziarie per il sociale e la cultura, distribuendo equamente le risorse che arriveranno. Nel programma elettorale di “Lauriaincomune” la realizzazione di un contenitore culturale in cui realizzare spettacoli, concerti, manifestazioni varie e che possa essere utilizzato come centro di aggregazione. Una proposta che è piaciuta alle associazioni culturali che con la futura amministrazione Rossino potranno avere un luogo identitario per le proprie attività.


Per Antonio Rossino, il bene di Lauria e la visibilita della comunità intera passano anche dalla cultura che rimanda al concetto di bellezza e che fornisce alla comunità strumenti adeguati alla convivenza sociale e civile.

L

.