Approvata all’unanimità la legge “la Basilicata si progetta” proposta dai consiglieri Acito Piro e Bellettieri

Potenza – Il Gruppo Regionale Forza Italia esprime grande soddisfazione per l’approvazione odierna della Proposta di Legge “La Basilicata Si Progetta”, che consente di concretizzare un piano di sviluppo e rilancio economico della Basilicata. Si può e si deve far ripartire l’economia lucana, in tempi brevi e con interventi decisivi.

“Con la “Basilicata si Progetta” intendiamo consentire a tutti i comuni lucani di dotarsi di una “banca di progetti” da cui attingere, per raccogliere la sfida del rilancio del settore delle infrastrutture nel Post-Covid19. Il grande punto di forza di questa Legge è il coinvolgimento delle pubbliche amministrazioni locali, tutte interessare dal provvedimento in misura variabile e commisurata alle concrete possibilità di ciascun ente”

Sono le parole di Enzo Acito, Francesco Piro e Gerardo Bellettieri, che aggiungono “Attualmente è disponibile un Fondo di Rotazione, a valere per la progettazione esecutiva, e finanziato con fondi comunitari, che sconta l’obbligo della restituzione entro 12 mesi. Nel caso in cui il progetto non venga finanziato, i Comuni sono costretti a restituire le somme ottenute dal fondo di rotazione, attingendo dal bilancio comunale. Questa criticità ha impedito di fatto ai comuni di costituire una propria banca progetti, e questo vincolo ha limitato di molto l’uso del fondo di rotazione regionale”

A carico del Bilancio Regionale ora, grazie a questa nuova legge,  ci sarà un Fondo di Rotazione,  pari a € 3.000.000,   “che verrà assegnato a tutti i comuni lucani, con la conseguenza pratica di realizzare 131 fondi di rotazione, uno per ogni comune della regione,  senza obbligo di restituzione,  con il solo vincolo di destinazione per affidare incarichi esterni, a liberi professionisti,  al fine di redigere progetti di fattibilità tecnico-economica”.

I progetti così redatti potranno essere candidati sia ai fondi regionali, che nazionali o internazionali.

Acito, che ha pensato e progettato la misura , entra più nel dettaglio: “Con una risorsa di 3 Milioni di euro dei fondi regionali, ed un incidenza del 2% di prestazioni professionali per la progettazione di fattibilità tecnico-economica, dotiamo i singoli Comuni lucani di una banca progetti, per un  totale di  lavori progettati pari a circa 190 Milioni di euro, da cui attingere per candidare le proposte agli auspicati  finanziamenti di opere  pubbliche.

“Questo nuovo provvedimento – conclude Acito – costituisce un vero investimento per il rilancio delle opere pubbliche in Basilicata e per la conseguente ripresa economica post Corona Virus”