Ast, Spera (Ugl): ‘Acciai Speciali Terni non è più strategica per ThyssenKrupp’

ROMA – “L’Ugl Metalmeccanici esprime forte  preoccupazione per le dichiarazioni del board di ThyssenKrupp in  merito al sito siderurgico ternano non piu’ strategico per il core  business, ponendo cosi’ le premesse per un disimpegno industriale  e lasciando di conseguenza nel guado tutti gli accordi in essere,  l’occupazione, gli investimenti e lo sviluppo del sito, nonche’  l’intero territorio che dalla fabbrica dipende”.

Lo affermano in  una nota congiunta il segretario nazionale Ugl Metalmeccanici,  Antonio Spera, e il vice segretario nazionale Ugl Metalmeccanici  con delega alla siderurgia, Daniele Francescangeli. 

“L’Ast e le sue eccellenze siderurgiche “hanno piu’ di 130 anni di  storia, lo stabilimento di Terni e’ un sito integrato  all’avanguardia, pioniere di tante tecnologie e, ad oggi,  rappresenta la piu’ grande azienda dell’Umbria in termini di  numero di addetti, che destina parte del fatturato ancora oggi  alla ricerca e allo sviluppo. Senza l’attuale assetto integrato  dell’acciaieria, ‘l’unica italiana dei laminati a freddo’, lo  stabilimento sarebbe ridimensionato e ridotto a ben poca cosa. La richiesta dell’Ugl Metalmeccanici al Governo italiano e a  tutti gli europarlamentari eletti in Italia  e’ di convocare al  piu’ presto un tavolo istituzionale, a Palazzo Chigi o al Mise,  nel quale analizzare e risolvere la vertenza, mettendo al primo  posto tra le priorita’ sia la salvaguardia che la tutela di tutti  i 2.350 dipendenti diretti e i mille posti di lavoro dell’indotto  che ruotano intorno al sito ternano di viale Brin”, concludono  Spera e Francescangeli.