Bomba ad agenzia funebre di Matera, revocato il divieto di dimora a Tataranni

MATERA – Il Tribunale del Riesame di Potenza ha disposto l’annullamento del divieto di dimora per Giuseppe Tataranni, il 45enne considerato dagli inquirenti il mandante dell’incendio che il 29 ottobre 2020, a Matera, distrusse la vetrina esterna di un’agenzia funebre della città dei Sassi. Lo ha reso noto l’avvocato difensore di Tataranni, Leonardo Raffaele Santoro.

Per la vicenda, lo scorso 2 novembre, sono state arrestate tre persone, presunti esecutori materiali dell’atto. «Cui è seguita – precisa l’avvocato Santoro – una campagna denigratoria che ha coinvolto, l ‘intera compagine familiare e le aziende di famiglia del Tataranni , senza alcun fondamento.

Attendiamo il deposito delle motivazioni che saranno depositate dal tribunale della libertà» – conclude Santoro.