#CaffèEuropeo | “Primo meeting online del progetto” Run Forest Run”

POTENZA – Oggi 2 agosto si tiene online il primo incontro del progetto “Run Forest Run”, una iniziativa (approvata in Polonia nell’ambito del programma Erasmus Plus) di cui è partner l’associazione Youth Europe Service di Potenza. Il titolo del progetto, che prevede una collaborazione tra organizzazioni provenienti da Polonia, Serbia ed Italia, deriva dal famosissimo e pluripremiato film “Forrest Gump” e da una delle sue frasi simbolo “La vita è come una scatola di cioccolatini, tu non puoi mai sapere che cosa ci troverai”: infatti il progetto vuole incoraggiare i giovani a scoprire il mondo in cui vivono, impegnandoli, al contempo, a combattere i cambiamenti climatici e lottando per proteggere l’ambiente.

L’obiettivo di questo partenariato europeo si riferisce ad una fondamentale priorità del programma Erasmus Plus e consiste nel rendere i giovani consapevoli dei problemi ambientali e spingerli a dare il proprio massimo per fare qualcosa per proteggere il proprio pianeta, cominciando ad applicare quotidianamente comportamenti “ecologici” e rispettosi del mondo che li circonda. Il progetto, altresì, è diretto a promuovere uno scambio di esperienze, abilità e conoscenze di carattere intergenerazionale fra giovani ed adulti. Questa azione verrà, quindi  caratterizzata da vari workshop “creativi” indirizzati a giovani di età compresa tra 15 e 30 anni e diretti ad educarli  nell’ambito della ecologia, individuando comportamenti e soluzioni in 4 settori (cosmetologia, prodotti chimici per la casa, cibo e flora, oggetti di uso quotidiano).

All’uopo, oltre alle classiche attività formative legate a moduli di training, saranno anche realizzati appositi video di durata variabile tra 5 ed 8 minuti a seconda della complessità della specifica attività (anche eventualmente realizzati con l’uso di  cellulari) che descriveranno in concreto le azioni e gli esercizi da sviluppare. Le 3 organizzazioni partner di questa azione KA210 (la polacca Instytut Nowych Technologii, l’italiana Youth Europe Service e la serba BestSeller) seguiranno e promuoveranno i principi del riciclo e del riuso, indirizzando le nuove generazioni  a ridurre il consumo di nuovi materiali ed alla diminuzione di rifiuti urbani, specie in cucina e nei giardini, recuperando e riutilizzando materiali quali plastica, vetro, carta, alluminio, ecc., che, se riutilizzati, non restano più spazzatura ma diventano una risorsa preziosa.

Per fare ciò sarà necessaria una anche una importante campagna di sensibilizzazione ed una azione formativa che parte, in primis, proprio dalle nuove generazioni in modo da renderle civilmente ed ambientalmente attive a livello europeo. Prima della conclusione del progetto il partenariato svilupperà anche una pubblicazione su varie metodologie a favore dell’ecologia dal titolo “Vogliamo un ambiente pulito” per dare un impulso ad ulteriori attività dirette, con l’aiuto anche di altre organizzazioni non governative, alla protezione ambientale ed alla riduzione dei  cambiamenti climatici.

I giovani utilizzeranno le conoscenze acquisite e le metteranno in pratica, presentando proprie attività e soluzioni ecologiche, che saranno raccolte nella citata pubblicazione, lavorando insieme alle generazioni più adulte e sviluppando un confronto intergenerazionale su metodi moderni e rimedi antichi (ad esempio rimedi naturali, i cosiddetti “rimedi della nonna”, al posto dell’uso di medicine e composti chimici). La pubblicazione conterrà, inoltre, idee per essere “eco” ogni giorno ed istruzioni su come realizzare nuovi piatti usando i resti dei giorno prima.