#CaffèEuropeo | Un sondaggio online per la verifica dei requisiti che dovrebbe avere il Registro BSS

POTENZA – I partner del progetto ErasmusPlusLS dal titolo “Register BSS sector”, una iniziativa approvata a livello centralizzato dall’EACEA (European Education and Culture Executive Agency) come progetto n.101132877 nell’ambito del bando ERASMUS-EDU-2023-PI-FORWARD-LOT3, sono in questi giorni alle prese con una ricerca online per la verifica dei requisiti che un registro della formazione del settore dei servizi alle imprese moderne dovrebbe avere per poter essere attrattivo. È stato, infatti, creato un sondaggio sul registro da creare con lo scopo di aumentare la consapevolezza delle parti interessate sulle opportunità di sviluppo del settore e diretto ad aumentare la portata dell’offerta formativa dei soggetti interessati e, allo stesso tempo, destinato a creare nuove occasioni per fornire servizi educativi innovativi. I risultati di tale ricerca svolta nel progetto (di cui potete vedere in allegato il logo) saranno presentati al prossimo meeting transnazionale da tenersi a Potenza, in Italia, nella sede del centro Europe Direct Basilicata, sita in vicolo Lugi Lavista n.3, nel centro storico del capoluogo, il 5 e 6 aprile p.v. I risultati di tali indagini e ricerche svolte sul proprio territorio nazionale dovranno, poi, essere analizzati dai membri del consorzio e ne sarà tratto un resoconto europeo che sarà basilare per la costruzione del futuro registro di corsi formativi che i partner – SYNTEA SPOLKA AKCYJNA (Polonia – coordinatore del progetto), DEKAPLUS BUSINESS SERVICES LTD (Cipro), EURO-NET (Italia), MALOPOLSKA AGENCJA ROZWOJU REGIONALNEGO (Polonia) e AGENZIA PER LO SVILUPPO DELL’EMPOLESE VALDELSA (Italia) – svilupperanno nei prossimi mesi. Nel registro verranno inserite offerte formative che diano l’opportunità di acquisire qualifiche di alta qualità, ovvero titoli riconosciuti che abbiano superato la validazione formale e legale derivante dalla normativa in materia nel Paese in questione. Il registro includerà, perciò, le offerte di formazione separatamente per ciascun Paese dei partner e farà riferimento al Quadro Europeo delle Qualifiche. In questo modo, tutte le persone interessate, così come gli operatori, potranno ottenere in un unico luogo le informazioni di loro interesse sull’offerta formativa attuale, sugli enti che offrono istruzione e apprendimento, nonché verificare quali risultati educativi possano essere acquisiti all’interno di un determinato argomento formativo. Il registro previsto sarà interoperabile con altri registri nazionali dei Paesi partner e con la piattaforma Europass utilizzando gli standard del modello di apprendimento europeo e si concentrerà in particolare sui percorsi formativi che offrono forme brevi di istruzione non formale, comprese le cosiddette microqualificazioni, con un’enfasi particolare sulle conoscenze che si sviluppano mediante attività pratiche e utilizzando strumenti e metodi di apprendimento che usano tools innovativi di Realtà Virtuale e Realtà Aumentata.