Casa di riposo ‘SORRISO V’. Cantiere Lagonegro: ‘Siamo di fronte ad un focolaio epidemico covid’

Lagonegro (PZ) – “In 4 giorni siamo passati da 18 a 40 casi, tutti gli anziani ospiti della casa di riposo Sorriso V, “privata e non convenzionata con la Regione”, e 10 operatori sono risultati positivi, un paziente, trasferito a Potenza è deceduto presso l’Ospedale San Carlo, nulla si sa sulla causa del decesso della settantenne avvenuto nei giorni scorsi. L’ordinanza sindacale n. 6 del 13 novembre u.s. chiude i plessi scolastici dell’Istituto Comprensivo in quanto è stato registrato l’esito positivo di un tampone effettuato da un alunno. La nota prot. N. 201372/13°2 del 24/10/2020 del Dirigente Generale del Dipartimento Politiche della Persona invita i Sindaci di Basilicata a porre particolare attenzione verso le residenze per anziani con la verifica della sussistenza dei requisiti minimi all’esercizio per l’emergenza pandemica”. E’ quanto affermano in una nota i due consiglieri Antonio Brigante e Concetta Iannibelli facenti parte del gruppo consiliare di minoranza “Cantiere Lagonegro”.

“Siamo di fronte ad un focolaio epidemico SARS-CoV-2 – continua la nota- sviluppato all’interno della casa di riposo Sorriso V. È necessario salvaguardare la salute degli ospiti e degli operatori della casa di riposo Sorriso V. Esprimiamo solidarietà e conforto agli ospiti, ai loro familiari e agli operatori. È necessario bloccare il focolaio per salvaguardare anche l’intera comunità di Lagonegro. È necessario attuare operazioni di tracciamento sugli alunni dell’Istituto Comprensivo e su altri concittadini che, sottoposti a tamponi abbiano dato esito positivo, per scongiurare che questi abbiano avuto rapporti con ospiti o lavoratori della casa di riposo Sorriso V”.

“Chiediamo al Sindaco di Lagonegro -concludono i consiglieri Brigante e Iannibelli- un report dettagliato su quanto accaduto nella casa di riposo anche in merito alle modalità con le quali è stato gestito e potenziato l’organico ed ogni altra notizia utile riguardante la sicurezza degli ospiti e degli operatori.

Per tutelare e proteggere ospiti, operatori della casa di riposo e l’intera comunità di Lagonegro il sindaco, in presenza dell’insorgenza di un focolaio epidemico sars-cov-2, verifichi, con la competenza dell’azienda sanitaria territoriale, la sussistenza dei requisiti per l’esercizio della casa di riposo in presenza di positivi al covid19. Siano tutelati e protetti gli ospiti. Siano garantite condizioni di lavoro in sicurezza. Sia tutelata la comunità”.