Castelsaraceno, torna la Festa della Montagna

La XII edizione tra paesaggi, sapori e tradizioni del Paese tra i due Parchi

CASTELSARACENO (PZ) – Autunno, a Castelsaraceno, fa rima con montagna: torna infatti alla fine di ottobre l’attesa Festa della Montagna, una due giorni tutta dedicata alla valorizzazione del patrimonio locale e della cultura montana che si propone di tratteggiare, in un racconto collettivo, il presente e il futuro del territorio di Castelsaraceno.

Un calendario articolato che presenta tutto il meglio di questo splendido borgo che sorge alle pendici del Monte Raparo, incastonato tra i parchi nazionali dell’Appennino Lucano e Pollino: dall’enogastronomia agli sport outdoor, passando per la didattica ambientale e l’intrattenimento per tutta la famiglia.

Abitare la montagna, una relazione sapiente tra uomo e natura

Protagonista della manifestazione è il paesaggio naturale lucano, significativo non soltanto per la sua indiscussa bellezza, ma anche e soprattutto per il legame intrinseco con la vita dei suoi abitanti. Un paesaggio riconosciuto dalla comunità locale come un bene primario da valorizzare e difendere – vero e proprio patrimonio umano e ambientale fatto di cultura, tradizioni, organizzazioni economiche e sociali – di cui il maestoso ponte tibetano più lungo del mondo rappresenta un tassello importante, un collegamento sia fisico che simbolico tra vecchio e nuovo e un legame imprescindibile tra uomo e natura.

Le escursioni naturalistiche alla scoperta del paesaggio lucano

L’evento, organizzato dall’Associazione Pro Loco Castelsaraceno, è patrocinato dal Comune di Castelsaraceno, dalla Regione Basilicata, dal Parco Nazionale del Pollino e dal Parco Nazionale dell’Appennino Lucano. Inoltre, grazie alle rinnovate partnership con gli enti e le associazioni locali, si propone come uno strumento importante di promozione del turismo culturale e ambientale del territorio dell’Appennino Lucano – Val d’Agri – Lagonegrese, fondamenta dello sviluppo locale.

Prevista come ogni anno nell’ultimo weekend di ottobre, la Festa della Montagna alla sua dodicesima edizione propone un programma ricco di attività escursionistiche e discipline sportive legate agli ambienti montani: sono previste in entrambe le giornate visite guidate sul monte Alpi ed escursioni alla scoperta del Pino Loricato, simbolo del Parco Nazionale del Pollino da molti definito “il dinosauro degli alberi”, ma anche escursioni in quad e a cavallo, e attività di educazione ambientale per bambini e ragazzi.

Tra funghi e castagne: viaggio tra le specialità gastronomiche autunnali di Castelsaraceno

Sede principale dell’evento sarà la storica piazza Piano della Corte a Castelsaraceno, dove prenderanno il via le iniziative legate alla cultura enogastronomica locale: la Fiera della Montagna, una mostra/ mercato di prodotti tipici di montagna, la Sagra dei Sapori Autunnali e la Sagra della Montagna, con degustazioni accompagnate da concerti e momenti di intrattenimento per ogni fascia d’età. Un’occasione unica per immergersi completamente nella storia e nella cultura enogastronomica di Castelsaraceno, alla scoperta di piatti della tradizione come la Munnulata, una minestra autunnale di castagne, patate e fagioli, o la ‘Nzozara, piatto tipico a base di funghi, peperoni, cipolle e pomodori. Una tradizione fatta di ingredienti semplici e genuini, strettamente legati al territorio e parte integrante dell’identità della meravigliosa terra lucana.

PRENOTA ORAACQUISTA

Torna la Festa della Montagna

La XII edizione tra paesaggi, sapori e tradizioni del Paese tra i due Parchi

Autunno, a Castelsaraceno, fa rima con montagna: torna infatti alla fine di ottobre l’attesa Festa della Montagna, una due giorni tutta dedicata alla valorizzazione del patrimonio locale e della cultura montana che si propone di tratteggiare, in un racconto collettivo, il presente e il futuro del territorio di Castelsaraceno.

Un calendario articolato che presenta tutto il meglio di questo splendido borgo che sorge alle pendici del Monte Raparo, incastonato tra i parchi nazionali dell’Appennino Lucano e Pollino: dall’enogastronomia agli sport outdoor, passando per la didattica ambientale e l’intrattenimento per tutta la famiglia.

Abitare la montagna, una relazione sapiente tra uomo e natura

Protagonista della manifestazione è il paesaggio naturale lucano, significativo non soltanto per la sua indiscussa bellezza, ma anche e soprattutto per il legame intrinseco con la vita dei suoi abitanti. Un paesaggio riconosciuto dalla comunità locale come un bene primario da valorizzare e difendere – vero e proprio patrimonio umano e ambientale fatto di cultura, tradizioni, organizzazioni economiche e sociali – di cui il maestoso ponte tibetano più lungo del mondo rappresenta un tassello importante, un collegamento sia fisico che simbolico tra vecchio e nuovo e un legame imprescindibile tra uomo e natura.

Le escursioni naturalistiche alla scoperta del paesaggio lucano

L’evento, organizzato dall’Associazione Pro Loco Castelsaraceno, è patrocinato dal Comune di Castelsaraceno, dalla Regione Basilicata, dal Parco Nazionale del Pollino e dal Parco Nazionale dell’Appennino Lucano. Inoltre, grazie alle rinnovate partnership con gli enti e le associazioni locali, si propone come uno strumento importante di promozione del turismo culturale e ambientale del territorio dell’Appennino Lucano – Val d’Agri – Lagonegrese, fondamenta dello sviluppo locale.

Prevista come ogni anno nell’ultimo weekend di ottobre, la Festa della Montagna alla sua dodicesima edizione propone un programma ricco di attività escursionistiche e discipline sportive legate agli ambienti montani: sono previste in entrambe le giornate visite guidate sul monte Alpi ed escursioni alla scoperta del Pino Loricato, simbolo del Parco Nazionale del Pollino da molti definito “il dinosauro degli alberi”, ma anche escursioni in quad e a cavallo, e attività di educazione ambientale per bambini e ragazzi.

Tra funghi e castagne: viaggio tra le specialità gastronomiche autunnali di Castelsaraceno

Sede principale dell’evento sarà la storica piazza Piano della Corte a Castelsaraceno, dove prenderanno il via le iniziative legate alla cultura enogastronomica locale: la Fiera della Montagna, una mostra/ mercato di prodotti tipici di montagna, la Sagra dei Sapori Autunnali e la Sagra della Montagna, con degustazioni accompagnate da concerti e momenti di intrattenimento per ogni fascia d’età. Un’occasione unica per immergersi completamente nella storia e nella cultura enogastronomica di Castelsaraceno, alla scoperta di piatti della tradizione come la Munnulata, una minestra autunnale di castagne, patate e fagioli, o la ‘Nzozara, piatto tipico a base di funghi, peperoni, cipolle e pomodori. Una tradizione fatta di ingredienti semplici e genuini, strettamente legati al territorio e parte integrante dell’identità della meravigliosa terra lucana.

Ecco il programma nel dettaglio:

SABATO 30 OTTOBRE 2021

  • Ore 09:00 Escursione guidata sul Monte Alpi e visita alla parete del Pino Loricato con le Guide Ufficiali del Parco e AIGAE a cura di Castrum 2019 Soc. Coop.
  • Ore 09:30 Escursioni e attività di educazione ambientale per bambini e ragazzi a cura del CEAS Museo del Lupo di Viggiano
  • Ore 09:30 Escursioni in quad sui sentieri dei due parchi a cura di SudXtreme
  • Ore 10:00 Bambini a cavallo – Attività Ludica a cura dell’Associazione A.S.D. War Horses di Vincenzo Tortorella in piazzetta adiacente Via A. Gramsci
  • Ore 10:30 Inaugurazione Fiera della Montagna – Mostra/mercato dei prodotti tipici di montagna in Piazza Piano della Corte
  • Ore 13:00 Sagra dei sapori autunnali in Piazza Piano della Corte ed in contemporanea presso stand allestito di Via A. Gramsci a cura di Likos Hotel.
  • Ore 18:30 Sagra della Montagna – Stand enogastronomici e degustazione di prodotti tipici in Piazza Piano della Corte.
  • Ore 21:00 Concerto degli Stere8 in Piazza Piano della Corte.

DOMENICA 31 OTTOBRE 2021

  • Ore 08:00 Escursione sui sentieri del Monte Raparo con le Guide Ufficiali del Parco e AIGAE a cura di Castrum 2019 Soc. Coop.
  • Ore 09:30 Escursioni e attività di educazione ambientale per bambini e ragazzi a cura del CEAS Museo del Lupo di Viggiano
  • Ore 09:30 Escursioni in quad sui sentieri dei due parchi a cura di SudXtreme
  • Ore 10:00 Bambini a cavallo – Attività Ludica a cura dell’Associazione A.S.D. War Horses di Vincenzo Tortorella in piazzetta adiacente Via A. Gramsci
  • Ore 13:00 Sagra dei sapori autunnali in Piazza Piano della Corte ed in contemporanea presso stand allestito di Via A. Gramsci a cura di Likos Hotel
  • Ore 15:30 Compagnia di Danza Balletto Lucano – Spettacolo in site specific “Fuochi Fatui” – Coreografie di Maria Focacciaro – Piazza Piano della Corte e Piazzetta De Andrè
  • Ore 18:30 Sagra della Montagna con stand enogastronomici e degustazione di prodotti tipici con intrattenimento musicale in Piazza Piano della Corte.