Chiusura SS18, il Consorzio Turistico di Maratea rivendica gli indennizzi

MARATEA (PZ) – In previsione dell’approvazione del bilancio 2022 e della manovra finanziaria della Regione che avverrà a breve da parte del Consiglio Regionale, il Consorzio Turistico Maratea propone che si tenga conto della consistente perdita di fatturato delle imprese turistiche e dei servizi al turismo, provocata anche dalla chiusura della SS 18 (Acquafredda-Maratea), oltre che dalla situazione determinata dalla crisi internazionale (guerra in Ucraina) con le note conseguenze sull’economia nazionale e locale.

In particolare la chiusura del tratto marateota della SS 18 ha prodotto ad aprile e in questa prima metà del mese di maggio un forte calo di presenze negli alberghi, nelle strutture ricettive, nei ristoranti e nelle attività commerciali e di servizi ai turisti. Un calo che non sarà più possibile recuperare nel corso del prosieguo della stagione.La proposta è di un emendamento al bilancio regionale per ripetere la positiva esperienza dell’Avviso Pubblico “Contributo alle imprese ed ai professionisti lucani per far fronte alla TARI/TARIC 2020” approvato dalla Giunta regionale, su proposta del precedente assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo, nell’ambito delle misure straordinarie per l’ emergenza sanitaria – Covid-19.
Ricordiamo che Il contributo è stato concesso sotto forma di sovvenzione a fondo perduto, nella misura dell’80% dell’importo della Tassa Rifiuti dovuta, sia per la parte fissa che variabile, per l’anno 2020.Rinnovare questo provvedimento – a parere del Consorzio – aiuterebbe le imprese turistiche alle prese con problemi di liquidità aziendale per affrontare adeguatamente la stagione alle porte.
Altra misura richiesta: una forma di sostegno-credito finalizzata alla liquidità attraverso prestiti agevolati o altre forme di credito.