Codacons: no “tassa Covid” dai negozi

ROMA – Spunta la ‘tassa covid’, un balzello dai 2 ai 4 euro, applicato dagli esercenti e inserito direttamente come sovraprezzo nello scontrino, per finanziare i maggiori costi sostenuti a a causa del coronavirus”. Lo scrive il Codacons, che ha ricevuto segnalazioni soprattutto dai clienti di parrucchieri e centri estetici.

“E’ un far West illegale che potrebbe configurare il reato di truffa”, spiega Codacons che presenta denuncia alla Guardia di Finanza.

​Fonte: RAI Televideo