Concorsi ASM, Cifarelli: “no a discrezionalità politica”

Il capogruppo Pd fa riferimento alla modifica del Regolamento aziendale in materia di reclutamento del personale dipendente a tempo indeterminato e determinato che prevede per il colloquio l’attribuzione di un punteggio sproporzionato rispetto ai titoli

MATERA – “La Direttrice Generale dell’ASM Sabrina Pulvirenti, nonostante non si comprende se sia formalmente e legittimamente ancora in carica in virtù del consuntivo 2021 chiuso con un forte squilibrio di bilancio e per il quale il Presidente della Regione, Vito Bardi, e l’Assessore alla salute, Francesco Fanelli, sono tenuti a rispondere ad una mia interrogazione consiliare, continua a fare atti sicuramente di forte imbarazzo politico che portano indietro nel tempo l’ASM di Matera in materia di procedure concorsuali”. E’ quanto dichiara il capogruppo PD in Consiglio regionale, Roberto Cifarelli.


“L’ultimo atto che merita di essere pubblicamente quantomeno discusso – aggiunge Roberto Cifarelli – riguarda la deliberazione n. 9, del 17 febbraio scorso, della DG Sabrina Pulvirenti con la quale viene modificato il Regolamento aziendale in materia di reclutamento del personale dipendente a tempo indeterminato e determinato, approvato con deliberazione n. 1436/2015. Solo per le figure dirigenziali tecniche, amministrative e professionali il nuovo Regolamento prevede per il colloquio l’attribuzione di  un punteggio sproporzionato rispetto  ai titoli”.


“Inutile – sottolinea l’esponente del Partito Democratico – commentare il significato di questo provvedimento che ripropone la preponderante e decisiva discrezionalità del colloquio ai titoli del curriculum, con buona pace della retorica del merito”.

“Per quanto ci riguarda – conclude il capogruppo PD Roberto Cifarelli – si tratta di un atto che rimette nelle mani della politica la selezione del personale all’ASM di Matera, cosa che – noi del centro sinistra – abbiamo vissuto e superato e che mai più vogliamo che si riproponga”.