Conferenza europea a Cipro per discutere un piano per la inclusione basato sulle attività di educazione fisica che migliorano la salute

NICOSIA – Si è tenuta oggi, 8 dicembre, presso l’Università di Cipro a Nicosia una importante conferenza europea diretta a discutere le strategie per promuovere un possibile piano per la inclusione basato sulle attività di educazione fisica che migliorano la salute. Al meeting hanno partecipato  tutte le delegazioni europee (da Italia, UK, Irlanda, Grecia e Cipro) dei partner del progetto “Encouraging Participation in Sports and Health Enhancing Physical Activities with an Inclusive Approach” (acronimo “HEPA4ALL”), tra cui anche la rappresentanza dell’organizzazione potentina EURO-NET (con Antonino Imbesi, responsabile del centro Europe Direct Basilicata, ed Anna Lagrotta, Presidente della citata associazione), ed anche esperti di settore provenienti da tutta Europa appositamente invitati ed ospitati dai partner per discutere, mediante specifici tavoli di lavoro, dell’importante tematica. Tra gli esperti italiani, che hanno guidato alcuni specifici “round tables” nelle tematiche più affini alle loro “expertise” di settore, la dott.ssa Teresa Pascale di Satriano di Lucania e il dott. Mattia Morra di Napoli, entrambi psicologi affermati e con esperienze di spessore negli ambiti di interesse del progetto Erasmus Plus Sport approvato dall’EACEA come ref. n.622480-EPP-1-2020-1-UK-SPO-SCP. I gruppi di lavoro sono serviti a sviluppare proposte e metodologie di azione per meglio integrare gli esercizi fisici nella esistenza di tutti i giorni, guardando alla vita in famiglia, quella al lavoro, a scuola o a casa, o in situazioni connesse allo sport, alla natura o ai viaggi.

La conferenza è stata aperta dal dott. Finn Berggren (Danimarca), cofondatore e membro del CDA del network HEPA Europe, che ha raccontato la storia dell’HEPA, nata come una scommessa negli anni 90 e che oggi coinvolge oltre 240 membri in tutto il mondo. Successivamente è intervenuto il CEO di IKKAIDO, Ray Sweeney (UK), coordinatore dell’intero progetto europeo che ha presentato il progetto ed i suoi obiettivi, mostrando i risultati ottenuti dal partenariato nel corso di 3 anni di attività. “Il nostro obiettivo era far comprendere che le persone necessitano dei propri momenti e che lo sviluppo di esercizi fisici migliora la nostra vita e ci permette di vivere meglio e più in armonia con noi stessi e gli altri” – ha sostenuto Ray Sweeney – “Il progetto ci ha permesso di evidenziare come lo sport sia essenziale per includere le persone e creare un gruppo coeso con migliori obiettivi di vita. Con la piena partecipazione delle persone disabili e svantaggiate in un approccio intersettoriale, HEPA4ALL è una visione sistemica dell’attività fisica sanitaria, dall’impegno fino al cambiamento delle politiche”. L’evento, dopo gli interventi di Demetris Papanikolaou (ex giocatore professionista di basket, motivatore della consapevolezza sull’autismo) e di Nectarios Alexandrou (fondatore della GDA Sport, insegnante e direttore tecnico della Liverpool International Academy) è, poi, proseguito con lo sviluppo dei sette tavoli di lavoro, dove gli esperti italiani hanno potuto scambiare idee, opinioni, pareri, esperienze, competenze con altri specialisti settoriali ed hanno raccolto raccomandazioni importanti per lo sviluppo di un piano europeo per la inclusione attraverso lo sport. “È stata una esperienza eccezionale di bottom-up – hanno detto i dott.ri Teresa Pascale e Mattia Morra – con lo sviluppo di proposte provenienti direttamente dalla società civile che ha prodotto importanti risultati in termini di future strategie di lavoro, con un coinvolgimento interattivo e proattivo di tutti i partecipanti europei. È stato molto interessante e proficuo per noi partecipare dinamicamente a questa bella iniziativa e ringraziamo per questo l’associazione EURO-NET, e l’intero partenariato europeo, per l’opportunità professionale messaci a disposizione”. Nel pomeriggio i partner hanno poi tirato le fila delle attività sviluppate e pianificato, in un meeting di progetto, le ultime iniziative di disseminazione previste prima della conclusione del progetto, prevista per fine anno (tra cui anche un evento moltiplicatore ancora da realizzare a Potenza, nella settimana che precede il Natale). Domani, il 9 dicembre si terrà, invece, a cura della Università di Cipro un Festival dal titolo “Child, Family e Sport Festival” in cui parteciperà il grande pubblico ed in cui sono previsti, oltre ad approfondimenti pratici del progetto, anche momenti ludico-sportivi indirizzati a bambini, giovani ed adulti, sempre nell’ottica di una educazione fisica inclusiva. Maggiori informazioni sul progetto, sulle sue attività e sui prodotti sviluppati sono disponibili sulla pagina Facebook ufficiale della iniziativa al link web https://www.facebook.com/hepa4all o sul sito web http://hepa4all.eu/.