Covid, denuncia social di De Filpo: ‘nessuna polemica, ma rafforzare l’attenzione e la prudenza’

Viggianello (PZ) – “Ho avuto giorni di silenzio e grande riflessione sulla vita e le sue evoluzioni con tutta la mia famiglia e gli amici più vicini. Assistendo mio Nonno a casa per 10 lunghi giorni con la febbre, dopo un ricovero in ospedale a causa sempre della sua febbre alta. Purtroppo senza essere riusciti a fare un tampone a casa perché non ritenuto dal medico di base necessario anche dopo lunghe discussioni e addirittura supplicato di farlo perché era strana la situazione”. La denuncia del consigliere comunale e imprenditore Pio De Filpo.

Continua la denuncia social di De Filpo: “comunque in ospedale scopriamo che nonno è positivo e viene ricoverato a Potenza e io il giorno dopo facendo il tampone con tutta la mia famiglia e gli amici. Io risulto positivo al virus, e già in isolamento da giorni. Mi scuso con tutte le persone che ora a causa mia sono in isolamento, spero per tutti che la situazione si stabilizzi e normalizzi al più presto”.

De Filpo racconta questa storia “assolutamente non per fare polemica ma per rafforzare l’attenzione, rafforzare la prudenza, rafforzare il seguire le regole.  E in fine dare un umile consiglio ai medici che rischiano e ci salvano la vita quotidianamente di mettere sempre il cuore nel loro lavoro, perché è importante per il paziente, lo sente lo percepisce.

“La nostra famiglia e tutte le persone coinvolte -continua Pio- stanno seguendo tutte le direttive e tutti i protocolli per evitare la diffusione e il contenimento dei contagi, siamo in isolamento e aspettiamo le direttive del medico sanitario anche se sono negativi al test stanno facendo l’isolamento come previsto. Le nostre attività sono attualmente ferme”

Conclude il post-denuncia con un abbraccio virtuale e un augurio speciale a suo nonno sperando che al più presto tutto questo incubo sarà finito e tutto ritornerà alla normalità.