De Maria: ‘abbiamo un caso a Latronico, ma la situazione è monitorata e circoscritta’

LATRONICO (PZ) – “C’è un caso a Latronico, ve lo ufficializzo. Ma vi confermo anche che il caso è circoscritto perchè si tratta di una persona proveniente dal nord, scesa 13 giorni fa e che con responsabilità e serietà si era già posto in stato quarantena ed isolamento”.

Queste le prime parole del sindaco di Latronico Fausto De Maria, che in una diretta facebook ha confermato purtroppo il primo caso di Covid-19 nel suo comune.

“Invito tutti a non creare allarmismi ed evitare una caccia all’untore via social o via whatsapp, ora dobbiamo solo unirci nella preghiera e sostenere con fiducia, fede e convinzione una persona semplicemente e tristemente sfortunata, perchè ripeto si tratta di un cittadino e di una famiglia seria e responsabile. Procederemo nelle prossime ore a effettuare il tampone anche alla persona domiciliata con lui. Nessun contatto avuto all’esterno – prosegue ancora De Maria, perchè persino la spesa gli è stata consegnata a domicilio e quindi non ha avuto nessun contatto nella nostra comunità”.

Il tampone, ha spiegato poi De Maria, si è reso necessario perchè il cittadino latronichese, asintomatico, ha saputo che un suo collega di lavoro del nord è risultato positivo al Covid, e da lì è quindi partita la procedura di controllo ed esame del tampone.

Attualmente nel comune di Latronico ci sono 23 persone in quarantena obbligatoria e 3 in isolamento domiciliare, come inviato ogni giorno sulla pagina social del comune e attraverso il canale “whatsLat” istituzionale.

Ma il sindaco del comune termale, ha anche ribadito di “aver passato due ore difficili”, perchè anch’egli, come tutti, ha saputo dal comunicato della Task Force di un contagio nella propria comunità, il quale lo ha costretto a vivere ore complicate e in continuo contatto con l’Ente regionale per avere delucidazioni e doverosi chiarimenti”.

Infine De Maria ha ribadito che tutte le strade e gli svincoli sono completamente monitorati e, per voce anche del suo vice Vincenzo Castellano, si è affermato con chiarezza che “ogni cittadino proveniente dal nord è stato regolarmente censito anche grazie alla disponibilità e serietà delle persone rientrate da fuori regione che con serietà hanno avvisato le autorità competenti”. Inoltre, De Maria ha ripetuto più volte che “grazie all’installazione di 15 telecamere a tutti gli svincoli, non si rende necessaria la chiusura della cittadina perchè, alcuni colleghi, non hanno chiuso i propri comuni, ma solo alcune strade di accesso. Noi abbiamo le telecamere e abbiamo una situazione totalmente monitorata”.

Da parte di entrambi poi un messaggio e un invito a “Restare a casa: bisogna resistere e che la situazione è sotto controllo.