Dpcm, le novità in bozza: a capodanno coprifuoco fino alle 7. Mattarella: ‘restrizioni necessarie’

ROMA – Dal 7 gennaio riaprono le scuole superiori (al 50%) e impianti sciistici. Resta la stretta nei giorni festivi con Natale e Capodanno ‘blindati’ nei confini comunali e dal 21 dicembre al 6 gennaio blocco degli spostamenti tra le Regioni.
Bisogna aspettare le prossime ore affinché tutto sia più chiaro, certamente dalla bozza si evincono i provvedimenti che si vogliono mettere in atto: nero su bianco

La pandemia crea “disagi e difficoltà a tutti, anche per via delle necessarie ma dolorose restrizioni nella mobilità e nei contatti sociali. Ma queste diventano un impedimento assai più grave per persone che si trovano già a convivere con difficoltà di movimento o di relazione”. Così il Capo dello Stato, Mattarella, nella Giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità.
La civiltà “si misura anche dalla capacità di assicurare alle persone con disabilità inclusione, pari opportunità, diritti e partecipazione”, afferma. scarica