E’ morto l’ex Presidente francese Jacques Chirac

PARIGI – E’ morto in Francia l’ex presidente francese Jacques Chirac. Presidente della Repubblica dal 1995 al 2007, Chirac aveva 86 anni. Si era ritirato da diversi anni dalla politica e della vita pubblica. Viveva con la moglie Bernadette nella sua casa a Parigi. Nel 2005 fu vittima di un ictus e prima di lasciare l’Eliseo fu costretto a diversi ricoveri in ospedale. Negli ultimi tempi era apparso pochissimo in pubblico. L’annuncio della morte di Chirac è stata data dal genero. L’Assemblèe National ha osservato un minuto di silenzio.

Nel 1995, al terzo tentativo, Chirac corona il suo sogno presidenziale ed entra all’Eliseo sconfiggendo al secondo turno il candidato socialista Lionel Jospin. Nel luglio 1995, appena due mesi dopo l’investitura, il presidente pronuncia un discorso che passerà alla storia, in occasione della commemorazione della retata degli ebrei del Vel d’Hiv, nel 1942: «La follia criminale della forza occupante (i nazisti, ndr) è stata, lo sanno tutti, assecondata dai francesi, dallo Stato francese». Per la prima volta il capo dello Stato riconosce la responsabilità dei francesi e della Francia nella deportazione degli ebrei durante la Seconda guerra mondiale.

l momento più significativo del secondo mandato è molto probabilmente l’opposizione di Chirac – e del suo ministro degli Esteri Dominique de Villepin – alla guerra in Iraq nel 2003. Le relazioni con gli Stati Uniti si complicano, anche la Germania si oppone alla guerra ma è Parigi a condurre la “battaglia ideale” contro il conflitto. La riforma costituzionale abbrevia il mandato da sette a cinque anni, Chirac passa gli ultimi anni di potere a rimandare riforme da tutti giudicate ineludibili e a difendersi da problemi giudiziari che lo sfiorano senza mai metterlo in serio pericolo. Lascerà il campo a Nicolas Sarkozy, che considerava un traditore, e si ritirerà a vita privata. Chirac è stato il protagonista di una destra francese repubblicana, orgogliosamente avversaria del passato collaborazionista, dell’estrema destra e del Front National. Chirac è stato l’interprete di un «cordone sanitario» antilepenista che dopo la sua uscita di scena si è via via indebolito fino alle dinamiche di questi giorni, con il partito dei Républicains che rischia di essere fagocitato da una parte dai macronisti e dall’altra da Marine e soprattutto Marion Maréchal Le Pen.

Da quando aveva lasciato l’Eliseo nel maggio 2007, Chirac, che aveva avuto un ictus nel 2005, era stato ricoverato in ospedale più volte. Nel dicembre del 2015 i medici lo avevano tenuto sotto controllo per due settimane. L’ex presidente francese nel 2016 era stato ricoverato per un’infezione polmonare all’ospedale parigino La Pitié-Salptrière di ritorno dal Marocco, dove si trovava con la famiglia.