Edilizia scolastica, genitori preoccupati per la salute e la sicurezza degli studenti della scuola ‘Casimiro Gennari’ di Maratea

Maratea (PZ) – Un gruppo di genitori degli alunni della scuola media di Maratea denuncia la pericolosità dei locali scolastici. Trattasi della scuola media “Casimiro Gennari”. I Genitori chiedono al Sindaco alle richieste formulate sin da ottobre non ha dato alcuna risposta. I genitori temono per l’incolumità dei ragazzi. Di seguito la nota che gli stessi avevano inviata il 2 ottobre avente il seguente oggetto: “Sicurezza Immobile adibito a scuola secondaria Piazza Europa richiesta chiarimenti richiesta intervento sicurezza alunni.”

“Nella qualità di genitori dei figli frequentanti la classe terza della scuola secondaria Istituto Comprensivo “C. Gennari” espongono quanto segue:

premesso che i locali utilizzati per l’attività scolastica sono interessati da lavori edili;

l’attuale allocazione degli alunni, nella porzione di edificio adiacente alla predetta struttura, apparirebbe prima facile non idonea e confacente allo svolgimento delle lezioni in maniera sicura, inoltre gli stessi locali frequentati dagli studenti non appaiono avere le caratteristiche di salubrità;

per giungere all’interno dei locali piano interrato, gli alunni devono attraversare un’area del tutto priva di qualsiasi riparo dalla pioggia e dunque decisamente disagevole e poco idonea a permettere l’ingresso in sicurezza ed in maniera dignitosa, inoltre per entrare in aula gli alunni si trovano a dover costeggiare un transennamento precario e pericoloso perché adiacente all’area di cantiere da un lato e dall’altro fiancheggia la strada.

Tutto ciò premesso le scriventi chiedono l’accesso agli atti, propedeutici alla certificazione di idoneità dei locali anzidetti allo svolgimento dell’attività scolastica e della idoneità sanitaria degli stessi, inoltre l’idoneità della via di fuga per le classi poste a piano terra.

Chiede altresì che, il Comune, predisponga quanto necessario al fine di consentire agli alunni l’ingresso nei locali scolastici al riparo dalla pioggia e in sicurezza.  Nell’attesa di riscontro entro sette giorni dal ricevimento della presente, stante la peculiarità del contenuto della richiesta, inerente la sicurezza degli alunni e pertanto connotata dal carattere di urgenza e confidando nell’attenzione che, l’amministrazione comunale, ha per la salute e la sicurezza dei bambini, porgono”