Facoltà medicina in Basilicata, Pagliuca (Fi): ‘Con Bardi risultato storico’

“E’ un risultato storico per la Basilicata avere un corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia. Questo traguardo non è un trofeo, né una meta, ma una ulteriore spinta all’inversione di rotta con il passato, quando alle parole seguivano soltanto parole. Ora invece, sono i fatti che dimostrano come finalmente sia entrato nel vivo quel processo virtuoso chiamato ‘cambiamento’, voluto dai lucani, espressione di Forza Italia e delle altre della coalizione. Un plauso e sentito riconoscimento va al presidente  Vito Bardi, che è riuscito ad inanellare ancora, un nuovo primato virtuoso per la nostra regione”. Così Nicola Pagliuca Commissario provinciale Potenza di Fi sull’accordo firmato a Roma dal presidente della Regione Basilicata Vito Bardi insieme alla rettrice dell’Unibas Aurelia Sole con i ministri dell’Università e della Salute, Gaetano Manfredi e Roberto Speranza, che istituisce il nuovo corso di laurea a partire dal prossimo anno accademico.

 “Come coordinatore provinciale di Forza Italia– prosegue Pagliuca – posso affermare che è un risultato che consegna tanto entusiasmo e grinta nel lavorare a servizio della nostra Basilicata.  Con Bardi sta cambiando la storia di questa regione, la facoltà di medicina negli ultimi trent’anni è stata sempre un po’ come inseguire una chimera. In un anno il nuovo corso di laurea è segno tangibile dell’azione di governo dedicata ai giovani e al lavoro. Il tempo delle false promesse ai lucani è terminato e oggi possiamo dire ai nostri studenti di scegliere di formarsi qui e dare un contributo enorme alla Basilicata con  la propria realizzazione professionale. Sottolineare il valore di questa operazione – conclude Pagliuca –  non significa soltanto rivendicarne la paternità o appuntarsi una medaglia al petto, ma continuare a lavorare a sostegno dell’avviata azione riformatrice, con la consapevolezza che nuove battaglie e forti resistenze ci attendono, il cambiamento in atto non conosce slogan né campanilismi ma è proiettato al progresso dell’intera Basilicata’.