Fermata Alta velocità a Buonabitacolo, 19 comuni lucani chiedono ad Anas il miglioramento della ex SS 103

MOLITERNO (PZ) – “La notizia di una fermata dell’Alta Velocità prevista in prossimità dell’uscita autostradale di Buonabitacolo, nell’area che ricade nel territorio tra i Comuni di Padula e Montesano Sulla Marcellana, è una notizia di notevole importanza anche per la nostra regione e i nostri territori ma, in quanto tale, richiede responsabilità e impegno per l’intera rete infrastrutturale”. Lo dichiara il sindaco di Moliterno, Antonio Rubino, capofila quale Comune confinante con la Campania, di una iniziativa che vede coinvolti 19 Comuni lucani. A nome di questi Sindaci, il Sindaco di Moliterno, in una lettera inviata al primo cittadino di Montesano Sulla Marcellana, Giuseppe Rinaldi, preme sulla necessità dell’ammodernamento e potenziamento della ex SS 103 che passa nell’ultimo tratto per i Comuni di Grumento Nova, Sarconi e Moliterno congiungendo Basilicata e Campania.

Da diversi mesi è intenso il lavoro, congiuntamente al Sindaco di Moliterno, dei i Sindaci di Sarconi, Giovanni Tempone, e di Grumento Nova, Antonio Imperatrice, promotori di un nuovo dialogo su questo importante progetto di ammodernamento della SS 103 che acquisisce un nuovo grande valore in vista della realizzazione della fermata dell’Alta Velocità, “una vera occasione storica per migliorare la situazione delle nostre comunità” sostengono i primi cittadini, che avevano già siglato un atto di intesa con il Comune di Montesano sulla Marcellana per condividere la richiesta di miglioramento infrastrutturale per i collegamenti tra la Val d’Agri e il Vallo di Diano a cavallo delle due regioni. I tre Consigli Comunali, insieme a quello di Montesano S.M., hanno inoltre deliberato per chiedere all’ANAS di riacquistare la gestione della strada affidata per ora alle Province.

“Un lavoro”, scrive il primo cittadino di Moliterno, “che consentirebbe un miglioramento notevole nel collegamento alla futura stazione che ricade in un territorio chiave a livello sia logistico che di utenza, e che consentirebbe a molti cittadini lucani della Val d’Agri e non solo, di raggiungere in maniera più semplice, comoda e veloce l’Alta Velocità, oltre a costituire un vero proprio asse tra due regioni, nonché tra lo Jonio e il Tirreno”.

“Per questo come sindaco di Moliterno e come capofila, a nome di 19 comuni lucani, ho chiesto al primo cittadino di Montesano Sulla Marcellana, di depositare una proposta per chiedere a RFI e Anas di migliorare la ex Ss 103. Sarebbe una svolta storica per le aree interne della Val d’Agri e per tutta l’area sud lucana e non solo”, conclude Rubino.

Questi i 19 Comuni che hanno aderito all’iniziativa, la rete dei comuni resta aperta alle adesioni e sarà finalizzata a un nuovo atto di intesa: Comune di Moliterno (Pz),Comune di Sarconi (Pz), Comune di San Chirico Raparo (Pz), Comune di Castronuovo S. Andrea (Pz), Comune di Spinoso (Pz), Comune di Sant’Arcangelo (Pz), Comune di Calvera (Pz), Comune di Carbone (Pz), Comune di Teana (Pz), Comune di Senise (Pz), Comune di Chiaromonte (Pz), Comune di Fardella (Pz), Comune di Missanello (Pz), Comune di Aliano (Mt), Comune di Armento (Pz), Comune di Grumento Nova (Pz), Comune di Corleto Peticara (Pz), Comune di Montemurro (Pz), Comune di Castelsaraceno (Pz).