Festa dell’Albero 2023 – edizione straordinaria primaverile anche a Latronico

Amministrazione comunale e Legambiente promuovono “A scuola di biodiversità”

LATRONICO (PZ) – In occasione dell’edizione straordinaria della Festa dell’Albero 2023, Legambiente Basilicata e l’amministrazione comunale di Latronico promuovo, nella giornata del 18 marzo, una mattinata all’insegna dell’educazione ambientale e dell’impegno civico.

Le classi della scuola media inferiore “Benedetto Croce” di Latronico saranno affiancate dagli educatori della Legambiente regionale e dai rappresentanti dell’amministrazione per una giornata ricca di laboratori, momenti formativi e impegno diretto nella cura del territorio e dell’ambiente tutto.

La Festa dell’Albero rappresenta da sempre una campagna ricca di significati per il movimento ambientalista italiano, che unisce l’importanza delle attività di approfondimento e conoscenza della biodiversità con gesti concreti di attivazione della cittadinanza, a partire dalle giovani generazioni.

Nel corso della mattinata, gli alunni di Latronico metteranno a dimora sei alberi – uno per ogni classe coinvolta – al termine di un percorso di educazione ambientale strutturato in collaborazione con l’Istituto Comprensivo e l’amministrazione comunale, basato sul contatto diretto con l’ambiente naturale.

L’edizione straordinaria primaverile della Festa dell’Albero 2023 rientra fra le attività di sostegno e follow-up del progetto “I boschi di Grancereale” – promosso dalla nota azienda di prodotti da forno, in collaborazione con Legambiente Nazionale – per il quale l’amministrazione comunale di Latronico ha scelto di impegnarsi per la cura della località Malboschetto sul Monte Alpi nel cuore del Parco Nazionale del Pollino. Il progetto è incentrato sulla reintroduzione delle specie vegetali autoctone e sul recupero dell’equilibrio naturale dell’area in oggetto, per favorire la naturale ricolonizzazione del bosco.

Appuntamento sabato 18 marzo, dalle 10 alle 12.30, presso la Villetta di Latronico (Largo Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa).