Fnc Ugl Basilicata non firma il verbale di incontro sulle chiusure e razionalizzazioni estive proposte da Poste Italiane

POTENZA – Nonostante la Nostra disponibilità ed il nostro contributo nel corso della riunione odierna l’azienda si è limitata ad un mero impegno verbale a valutare l’ipotesi di rivedere un piano di chiusure estive di una serie di uffici sul territorio regionale.


Abbiamo con forza chiesto il ripristino delle aperture degli uffici come nel pre Covid
Abbiamo rappresentato che in questa fase di riapertura delle attività la funzione di Poste italiane è fondamentale per i nostri emigrati che dopo mesi riusciranno a ricongiungersi ai propri cari.


Abbiamo evidenziato come chiusure di uffici su determinati territori comporterebbe gravi disagi ai cittadini ed alle aziende che a distanza di mesi di chiusura auspicano di poter ricominciare a vivere come già rappresentato dai Sindaci.


Al fine di garantire il diritto alle ferie ai lavoratori abbiamo proposto nelle città di Potenza e Matera la chiusura dei turni pomeridiani garantendo ai cittadini l’apertura di almeno due uffici il pomeriggio a rotazione a decorrere dal 15/07 pv fino al 31/08/2020.


Abbiamo chiesto la revoca di una disposizione di servizio che impone la fruizione di ferie ai lavoratori nelle giornate di chiusura per Covid. L’unica risposta ottenuta é un impegno verbale a valutare la fattibilità delle richieste.


Fnc UGL Comunicazioni Basilicata