Fondo microfinanza: aiuti concreti a giovani e disoccupati

POTENZA – Dal 20 maggio si aprirà lo sportello, con una scadenza lunga fino al 30 giugno 2029, dell’”Avviso pubblico per la presentazione delle domande di accesso al Fondo Microfinanza Fse+ 2021-2027” finanziato nell’ambito del Programma Regionale Basilicata Fesr Fse+ 2021-2027”.

“Un bando con molte novità – ha spiegato l’amministratore unico di Sviluppo Basilicata e soggetto gestore dell’avviso, Gabriella Megale in una conferenza stampa – rivolto ai disoccupati, senza limite di età, che hanno idee ma non sono nelle condizioni di chiedere prestiti perché hanno difficoltà ad accedere ai canali tradizionali del credito. Noi vogliamo aiutarli a costruire il futuro in Basilicata facendo in modo che le loro idee si trasformino in imprese e in progetti di vita. Un fatto particolarmente importante nei piccoli paesi e nelle aree interne, dove mancano servizi e pesa lo spopolamento. Cerchiamo di dare ai giovani e alle persone senza lavoro la possibilità di realizzarsi, avviando piccole attività imprenditoriali, da soli o in società. In questo bando abbiamo semplificato soprattutto la fase di rendicontazione. Per la prima volta utilizziamo una metodologia differente, quella della perizia asseverata da parte dei tecnici iscritti al proprio albo, che permette di rendicontare velocemente le spese. Una semplificazione notevole che va nell’ottica di aiutare coloro che si avvicinano alle attività di impresa”.

La dotazione del Fondo Microfinanza è di 9.806.105 euro. Una quota finanziaria di  2.000.000 di euro è riservata ai progetti imprenditoriali avviati dalle donne e un’altra di 2.500.000 per le iniziative dei giovani fino a 35 anni.

I finanziamenti saranno concessi sotto forma di mutui, per un importo da 5 mila a 36.000 euro, a tasso zero e rimborsabili in 8 anni (oltre 12 mesi di preammortamento), con rate mensili costanti. Con la formula adottata si avrà subito liquidità per avviare le attività e sono totalmente ammortizzati gli interessi. 

L’avviso si pone in sostanziale continuità con il Fondo Microcredito Fse 2014-2020, realizzato nella precedente programmazione comunitaria, che ha avuto risultati molto positivi tanto da diventare best practice nazionale. La precedente edizione ha chiuso lo scorso 31 dicembre, registrando risultati molto positivi: ad oggi risultano finanziate 408 iniziative con circa 9.740.000 euro di finanziamenti erogati.

“Abbiamo voluto portare cambiamenti – ha detto Alfonso Morvillo, direttore generale per la Programmazione della Regione Basilicata e autorità di gestione dei programmi operativi Fse Basilicata – per superare alcune criticità che abbiamo registrato nella vecchia programmazione e per rendere l’avviso più efficace e flessibile. Una novità rispetto al precedente Fondo è l’aumento del tetto massimo del finanziamento portato da 25 mila a 36.000 euro. Il Fondo Microfinanza rientra nel contesto di una strategia programmatica della Regione, che intende dare aiuti concreti alle imprese e per le quali nei prossimi anni è a disposizione un plafond di circa 150 milioni di euro. Con Sviluppo Basilicata, grande braccio operativo della Regione, stiamo lavorando a misure molto interessanti e innovative”. 

Il responsabile della misura è Vito Pinto di Sviluppo Basilicata, per il quale “il lavoro fatto per giungere alla definizione di questa misura è il risultato di un lavoro di squadra, che è disponibile a fornire supporto a quanti vorranno “intraprendere”.

I testi degli Avvisi e la relativa modulistica saranno disponibili e consultabili sul sito di Sviluppo Basilicata (www.sviluppobasilicata.it) e sul portale Centrale Bandi della Regione (www.regione.basilicata.it).

Per ulteriori informazioni sugli Avvisi ed eventuali richieste di chiarimenti è possibile contattare Sviluppo Basilicata spa al numero telefonico 0971 50661 o tramite mail all’indirizzo infofondomicrofinanzafse2021-2027@sviluppobasilicata.it.