Forestazione: Soddisfazione dei sindacati per scorrimento graduatoria ex mobilità e reddito minimo di inserimento

POTENZA – I segretari generali Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, Vincenzo Esposito, Vincenzo Cavallo e Gerardo Nardiello, esprimono soddisfazione per l’incontro avvenuto ieri nella sede del dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata con l’assessore Francesco Fanelli, il direttore generale Donato Del Corso, il dirigente Giuseppe Eligiato e l’amministratore unico del Consorzio di Bonifica Giuseppe Musacchio.

Durante l’incontro, così come sollecitato più volte dai sindacati, la Regione ha deciso lo scorrimento della graduatoria per le attività di forestazione di 327 lavoratori in ex mobilità che verranno contattati nelle prossime settimane per le visite mediche necessarie a fornire le scarpe antinfortunistiche, le divise e i dpi. Le attività cominceranno presumibilmente a partire dal 24 agosto.

“Prosegue dunque il proficuo confronto con la Regione Basilicata e il Consorzio di Bonifica sulla riorganizzazione del comparto forestale per gli ex reddito minimo di inserimento ed ex mobilità – affermano i segretari – Tra i temi di discussione, la possibilità di estendere ulteriormente la platea e di organizzare le squadre al pari di quelle dei lavoratori forestali, con una organizzazione autonoma che abbia propri capisquadra e vice capisquadra, prevedendo l’assegnazione dei livelli per chi usa i mezzi meccanici con tutte le indennità previste per i forestali, in modo da rendere le squadre funzionali alla manutenzione del verde pubblico e del reticolo viario stradale”.

All’incontro, da parte dell’assessore e del consorzio è stato inoltre espresso l’impegno a risolvere alcune delle criticità emerse, fra queste le indennità del trasporto attrezzi, i livelli di inquadramento non adeguati alle mansioni svolte, il ripristino dei livelli di inquadramento originari per la platea dei lavoratori dell’ex parco fruibile del Pollino.

Tra le questioni affrontate, anche il recupero delle ore eccedenti all’orario di lavoro per coloro che svolgono attività di antincendio boschivo. I sindacati hanno anche preso atto del pagamento in corso della mensilità di giugno per la platea dei forestali e delle ex vie blu ed è stato concordato un incontro specifico a settembre per un’attenta analisi dell’andamento della programmazione delle attività di antincendio boschivo. Su richiesta del sindacato, l’assessore si è impegnato a programmare per settembre un incontro per le questioni relative al rinnovo del CIRL (Contratto integrativo regionale di lavoro) e ad aprire una discussione sulla possibilità di emanare un bando a evidenza pubblica per individuare tra gli operai forestali che ne hanno i requisiti, figure professionali per attività tecnico amministrative. I sindacati hanno infine ribadito che le giornate della platea di lavoratori che hanno svolto attività nel 2019 (ex reddito minimo ed ex mobilità) devono essere 102.