Gianni Pittella: “Resto nel Pd”

ROMA – “Resto nel Pd. Per molti anni ho avuto l’onore di guidare il gruppo socialista al Parlamento Europeo e il socialismo di stampo europeo è rimasta la mia casa, l’ispirazione ideale e la rotta politica che hanno connotato l’intera mia vita politica. Continuerò a lavorare perchè l’identità culturale del socialismo liberale e riformista trovi più adeguata cittadinanza nel pluralismo di valori costitutivo del Pd e venga interpretata e rappresentata molto più di quanto non lo sia stata finora, tanto nelle posizioni del partito quanto nelle azioni del governo. Comprendo le ragioni della diversa scelta che compiono oggi tanti amici che stimo, ai quali auguro ogni fortuna, augurandomi che sappiano usare l’intelligenza e la passione che li anima per allargare l’area di influenza e di attrazione di un centrosinistra riformatore e per rafforzare il carattere innovatore del nuovo governo”.Con queste parole Gianni Pittella conferma le nostre indiscrezioni mattutine su una sua reale intenzione a voler proseguire il suo percorso politico all’interno del Partito Democratico. Decisivo, per storia politica e appartenenza, il suo passato e presente da socialista europeo