I Diritti umani non vanno in vacanza, Bolognetti: che fine ha fatto il generale Bardi? Questa sera (martedì 11 agosto) nuovo Happening a Maratea

Di Maurizio Bolognetti, Segretario di Radicali Lucani, Consigliere dell’Associazione Coscioni e membro del Consiglio generale del PRNTT (In sciopero della fame dal 6 luglio per i diritti delle persone con disabilità)

LATRONICO (PZ) – Mentre continua a crescere come un fiume carsico l’elenco di coloro che stanno alimentando l’iniziativa nonviolenta in corso, con il loro sostegno e la loro attiva partecipazione, a questa mobilitazione, e agli slanci di chi ha compreso che stiamo provando a difendere diritti umani e Costituzione, corrisponde il tombale silenzio del Ministro Speranza e di un governo regionale che non ha voluto e non ha saputo interrompere la flagranza di reato in corso sulla vicenda dei diritti delle persone con disabilità. Quel che per settimane abbiamo provato a scongiurare, ahimè, si è puntualmente verificato: Bardi and co hanno abbandonato la nave per le vacanze estive, senza aver mantenuto fede alla parola data e agli impegni assunti.

Prendo atto, invece, che in questi mesi hanno trovato il tempo di fare molte altre cose, inclusa la nomina, nelle ultime ore, del commissario del San Carlo di Potenza.

Dalla mezzanotte proverò a rafforzare il dialogo in corso per chiedere al Ministro Speranza di rispondere alle richieste dell’Associazione Coscioni. Il silenzio del signor Ministro, di un Ministro che in Basilicata è nato e vissuto, lo rende doppiamente colpevole. Le omissioni del signor Ministro, se possibile, superano perfino quelle del signor Generale caporal maggiore di regime Vito Bardi.

Dalla mezzanotte e fino alla mezzanotte del 16 agosto assumerò solo tè e orzo, riducendo a cento le calorie assunte. Poi valuterò se tornare ai tre cappuccini o rafforzare ulteriormente il dialogo. Che lor signori ne siano o meno consapevoli, stiamo provando ad aiutarli a rispettare le istituzioni che rappresentano, la legge, i diritti umani, la Costituzione repubblicana da tempo ridotta a carta straccia.

Nel pomeriggio di oggi (martedì 11 agosto), a partire dalle ore 19.30, sarò di nuovo in piazza Buraglia a Maratea sulle tracce del generale Bardi.

Allego alla presente nota la locandina che indosserò nel corso dell’happening serale e l’elenco aggiornato dei firmatari della lettera-appello (prima firmataria Teresa Sirianni). Vale la pena sottolineare che tra coloro che hanno sottoscritto l’appello ci sono artisti lucani quali Dino Paradiso, Egidia Bruno, Felice Del Gaudio, Claudia Cantisani e Felice Del Vecchio, Enzo Longo. Inoltre hanno sottoscritto l’appello i sindaci di Napoli (Luigi De Magistris), Rotondella (Gianluca Palazzo), Melfi (Livio Valvano), Castelmezzano (Nicola Valluzzi), Latronico (Fausto Alberto De Maria) e Sarconi (Cesare Marte); i consiglieri regionali Pittella, Braia, Polese e Cifarelli; il Presidente di Peacelink (Alessandro Marescotti), il Presidente dell’AIEA (Mario Murgia), il Presidente dell’Apd Matera (Domenico Troia), il Presidente dell’Associazione Croce Amica (Claudia Diolosà), Presidente Ass. “Verso la luce” (Filomena Maria Petruzzelli); Rosanna Viceconte (consigliere regionale Anpas), Egidio Ciancio (consigliere nazionale Anpas); i giornalisti Rino Cardone, Mariapaola Vergallito, Nino Grasso, Sergio Ragone, Andrea Spinelli, Mario Bochicchio, Paolo Sinisgalli, Laura Mastroberardino, Doriana Vriale, Paolo D’Aleo, Margherita Sarli, Nuario Fortunato, Nico Baratta, Vito Lamorte;  il prof. Sergio Tanzarella (docente di storia della Chiesa c/o la Pontificia Università dell’Italia Meridionale); esponenti del mondo dell’associazionismo, persone con disabilità e i loro familiari, docenti universitari e tantissimi insegnanti.

A Ciascuno il suo