Il Comune di Satriano acquista 500 test rapidi

Il Comune di Satriano ha provveduto all’acquisto di 500 tamponi rapidi antigenici che saranno presto utilizzati per campagne di screening mirate.

SATRIANO DI LUCANIA (PZ) – Si tratta di test immunocromatografici rapidi per l’individuazione qualitativa degli antigeni dei virus Sars-CoV-2, capaci di fornire un risultato in pochi minuti senza aver bisogno di un laboratorio.


Il test antigenico rapido viene somministrato con la stessa modalità del tampone nasofaringeo classico o molecolare ed è molto utile per avere un’indagine epidemiologica veloce da usare nell’ambito di una strategia di prevenzione e contenimento più ampia.

Se infatti il test molecolare rimane l’unico test per avere una diagnosi di SARS-CoV-2, i test antigenici rapidi su tampone naso-faringeo, seppur considerando i loro possibili limiti, possono essere utili in determinati contesti, come lo screening rapido di numerose persone accelerando la diagnosi di casi sospetti di COVID-19.

I test acquistati da Comune serviranno dunque a realizzare campagne di screening pianificate e delle quali si daranno ulteriori informazioni nei prossimi giorni. Gli screening verranno realizzati dal Comune in collaborazione con il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica territorialmente competente a cui verranno inviati i casi positivi al test rapido che dovranno poi sottoporsi al test biomolecolare con tampone. I test saranno effettuati sempre alla presenza di personale sanitario esperto e abilitato.

L’acquisto dei test è stato possibile grazie al contributo personale del Sindaco Vita che ha deciso di utilizzare l’aumento del compenso spettante ai primi cittadini dei piccoli comuni, di cui anche il Comune di Satriano ha beneficiato, per rafforzare l’attività di prevenzione e controllo contro il Covid-19 nel suo paese.

“Come amministrazione – ha detto il sindaco Vita – stiamo facendo tutto quello che è nelle nostre forze, adesso chiediamo ai cittadini, e lo chiediamo con il cuore in mano, di rispettare le distanze, di indossare la mascherina, di avere la massima cautela soprattutto nei prossimi delicatissimi giorni”.