Il gozzo che naviga il Tirreno

Usciti dal porto,
l’acqua salata
ci appare
a destra blu cobalto,
a sinistra verde,
a prua infinita,
a poppa spumeggiante.

Navighiamo lenti.
A tre nodi, quando serve.
Per guardare meglio.


Trattenere il più possibile
il tempo e lo spazio,
i colori ed il  vento,
i profumi del mare,
i contorni della costa
che si perdono nel mare.

Tanto è il mare che decide,
tu puoi solo aspettare.

Il gozzo viaggia a piccoli nodi.
Sfiora il mare.

Subisce le onde.
Riscalda la pelle.
Rinsalda sentimenti.
Allontana paure.
Avvicina orizzonti.
Acquieta domande.

Gozzo_Maratea_Foto_Sergio_Ragone
Gozzo Maratea. Foto di Sergio Ragone