Il sindaco di Policoro scrive alla Rai: “forte difficoltà nella ricezione del segnale digitale nel nostro territorio”

POLICORO (MT) – I brevi ma seppur intensi temporali che nella scorsa settimana si sono abbattuti sulla nostra regione, hanno creato non pochi disagi a viabilità, raccolti, ma anche a comunicazioni via rete telefonica o attraverso rete digitale. Oltre che il lagonegrese e in particolare Lauria, dove per tutto il weekend i canali Mediaset e altri sono stati non visibili, anche nel metapontino la problematica è stata simile oltre che dannosa, e anche indipendente dal maltempo, costringendo il sindaco di Policoro (Mt) a ricorrere ai ripari, con una interpellanza scritta indirizzata proprio all’azienda di Stato Rai, Radio Televisione Italiana. Riceviamo e riportiamo integralmente il testo scritto dal primo cittadino della città jonica lucana.

In riferimento all’oggetto, il sottoscritto, Dott. Enrico Mascia, nella sua qualità di Sindaco pro-tempore di questa Citta, con una popolazione residente di quasi 18.000 abitanti che si triplicano nella stagione estiva, comunica il grave e forte disagio, non più assolutamente tollerabile, dei cittadini in merito alla qualità della ricezione e alle ripetutissime interruzioni dei deboli segnali inerenti alle trasmissioni RAI che non consentono la corretta visione dei relativi programmi.
Pervengono, infatti, forti contestazioni da parte di tantissimi cittadini che pur avendo adeguato i propri impianti di ricezione non riescono purtroppo ad usufruire della visione dei canali RAI mentre altri lamentano, soprattutto in alcune ore della giornata, la ricezione a singhiozzo fino al suo completo oscuramento del segnale digitale terrestre. Tale situazione è stata, tra l’altro, più volte segnalata anche dai cittadini e non ha trovato, ad oggi, alcun riscontro da parte di codesta spett. le Azienda.
Tutto ciò premesso, si chiede un immediato intervento risolutivo al fine di poter assicurare il pubblico servizio che, com’è noto, deve garantire la diffusione di tutte le trasmissioni televisive con copertura integrale del territorio nazionale a fronte del pagamento del relativo canone.
In caso contrario questa Amministrazione sarà costretta a rappresentare i disservizi di tale incresciosa situazione nelle sedi competenti.
In attesa di un benevolo riscontro si porgono distinti saluti.