‘Impensabile una ripresa senza una rinascita delle relazioni educative volta al bene comune’

POTENZA – “La ripartenza deve riscoprire il valore del bene comune e non può prescindere dalla scuola”.

E’ quanto ha dichiarato il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza, Vincenzo Giuliano, in occasione della cerimonia di premiazione (online) dei ragazzi della II F del Liceo Classico di Potenza, prevista per l’11 dicembre alle ore 9,30.

“In questa drammatica esperienza che stiamo vivendo, ha continuato Giuliano, è impensabile ad una ripresa senza una rinascita delle relazioni educative volta al bene comune. E questo non può non pesare sulle agenzie educative, famiglia-scuola, strutturalmente basate sulla dimensione comunitaria.

La scuola deve preparare alla vita e non alla carriera. I ragazzi non devono crescere come se la comunità non avesse un obiettivo, un fine in comune, non percependo che il bene dell’altro è un bene anche per se”.

“E’ quanto hanno saputo fare, in presenza e a distanza, i ragazzi della classe II F, i loro docenti e dirigente, del Liceo Classico di Potenza, ha concluso il Garante, nei riguardi di ragazzi fragili. Per questo mi è parso opportuno dare degli attestati di merito ai protagonisti facendo mie le note di soddisfazione espresse dalle famiglie nei riguardi della scuola” .

Seguirà dopo la cerimonia di premiazione, una riflessione con esperti e dirigenti del Miur, sul tema dell’inclusione e del valore del Bene Comune dal titolo “Diversa_mente Insieme”