La maggioranza al comune di Lagonegro approva in solitudine il bilancio del commissario

Lagonegro (PZ) – Riceviamo e pubblichiamo nota stampa del gruppo consiliare “cantiere Lagonegro” composto da dal Dott. Arch. Antonio Brigante e dalla Dott. Avv. Concetta Iannibelli.

La democratura insediata al Comune di Lagonegro offende la democrazia e le forze di opposizione.

Con i voti contrari delle forze di opposizione una maggioranza silenziosa e asservita alla democratura, senza alcun segnale di programmazione, di investimenti, di futuro, di dibattito, ha approvato, in solitudine, in modo pasticciato ed irregolare, fuggendo da responsabilità di serio governo, il bilancio preparato dal Commissario Prefettizio.

Sui temi sociali, sul lavoro, sulla sicurezza, sul diritto allo studio, su attività culturali, su valorizzazione dei beni di interesse storico, sui giovani, sulla prima casa, sulla difesa del suolo, sulla qualità dell’aria e contro l’inquinamento, sulla tutela e valorizzazione delle risorse idriche, sulla protezione civile, sugli anziani, su disabili, su soggetti a rischio di esclusione sociale, su associazionismo, su formazione professionale, su artigianato e piccole imprese, su agricoltura, su commercio, su fonti energetiche, sull’emergenza COVID 19 e su tutto questo: zero spesa, zero investimenti, niente attenzione per la salute dei cittadini e dei bambini in presenza del covid 19, niente bilancio partecipato, niente riduzione delle aliquote imu e tari e niente atti di solidarietà.

Però il sindaco – gli assessori e il presidente del consiglio si tengono strette le indennità di carica € 104.055,86

Lagonegro richiede competenze, impegno e dedizione, il gruppo di maggioranza è sopraffatto da modalità di strapotere ed inconcludenza del Sindaco pro-tempore, che ha una visione corta, che naviga a vista e che ha il solo obiettivo di controllo totale, come se gestisse una ditta individuale, mortifica i ruoli delegati ai sedicenti assessori, e denota la totale mancanza di progetto e di cultura politica.