La nascita di un Club Rotary: Un percorso di Servizio e Amicizia

SENISE (PZ) – Nel 1905, Paul Harris, un avvocato di Chicago, si sentiva solo nella grande città. Aveva un desiderio profondo di connettersi con altre persone e di fare la differenza nella sua comunità. Fu così che nacque l’idea di creare un club che avrebbe riunito professionisti di diverse professioni per servire gli altri e promuovere l’amicizia.

Questo fu l’inizio di un movimento che avrebbe avuto un impatto globale.

Paul Harris descrisse il suo sogno per il nuovo club in questo modo: “Volevo che il club fosse un luogo dove gli uomini di affari potessero incontrarsi, conoscersi e lavorare insieme per il bene della comunità.”

Paul Harris credeva fermamente nell’importanza dell’amicizia e del servizio tanto da sostenere: “L’amicizia è il nucleo di ogni club Rotary. Senza amicizia, non possiamo sperare di fare alcun bene.”

Il servizio alla comunità divenne il pilastro del Rotary. 

Paul Harris e i suoi amici iniziarono a lavorare su progetti locali, come la pulizia dei parchi, la fornitura di libri alle biblioteche e l’aiuto ai bisognosi.

Il sogno di Paul Harris si è diffuso rapidamente. Nel 1910, il Rotary International fu fondato con l’apertura del secondo club a San Francisco. Da allora, il Rotary si è espanso in tutto il mondo, con migliaia di club e milioni di membri che continuano a servire le loro comunità e a promuovere l’amicizia.

In sintesi, la nascita di un club Rotary è stata un atto di coraggio, visione e passione. Paul Harris e i suoi amici hanno creato un movimento che ha cambiato il mondo, dimostrando che l’amicizia e il servizio possono unire le persone e migliorare la vita di tutti.

Onorare la visione di Paul Harris oggi significa continuare a promuovere l’amicizia, il servizio e la comunità. 

Per ogni nuovo club che nasce noi rotariani contribuiamo al miglioramento della vita degli altri attraverso azioni concrete, creiamo legami significativi con gli altri connettendoci con persone di diverse professioni, culture e background.

L’amicizia è il cuore del Rotary, e attraverso di essa possiamo imparare, crescere e collaborare promuovendo la pace, contribuendo a sostenere cause come la lotta contro la polio, l’accesso all’acqua potabile e l’alfabetizzazione, cercando di incarnare i valori che hanno guidato Paul Harris nella nostra vita quotidiana. 

La sua visione di un mondo migliore attraverso l’amicizia e il servizio può ancora ispirarci oggi.

“Service Above Self” è il motto del Rotary International, e rappresenta uno dei principi fondamentali di questa organizzazione. 

Per il Rotary Club Senise-Sinnia questa frase incarna l’idea che il servizio agli altri dovrebbe essere al di sopra degli interessi personali. Significa mettere le necessità della comunità e del mondo al centro delle nostre azioni, senza aspettarci nulla in cambio.

La costituzione di un nuovo club Rotary comporta diverse implicazioni etiche e richiede attenzione all’integrità, alla selezione dei soci, alla riservatezza e all’impegno per l’equità.

Ed è proprio su queste basi ideali che il Rotary Club Senise-Sinnia, grazie al sostegno e all’impulso del Governatore Sassanelli che ha presenziato alla cerimonia, ed al lavoro instancabile del Presidente della Commissione Distrettuale Sviluppo nuovi Club, Mimmo Totaro, coadiuvato dall’Assistente del Governatore, Maddalena Chiorazzo, e dal Delegato speciale del Governatore, Francesco Calderano, che si è concretizzata ed è divenuta realtà la nascita di un nuovo club lo scorso 18 giugno a Policoro, nella sala congressuale dell’Hotel San Vincenzo, con la firma ufficiale della Carta Costitutiva del Club “Siritide – Policoro”.

L’intuizione del club padrino è stata quella di creare una fascia rotariana che partisse dal lagonegrese, passasse per il senisese e giungesse, infine, sulla fascia ionica per riunire professionisti ed operatori economici, attraverso gli ideali rotariani, di tutta l’area sud della Basilicata.

Mimmo Totaro, Maddalena Chiorazzo e Francesco Calderano hanno lavorato su questo progetto per oltre due anni avendo in mente di promuovere un nuovo club che avesse i suoi pilastri nella forte presenza femminile dei soci e nella giovane età di neo-rotariani che vivono e lavorano non solo nella città di Policoro, ma spaziano da Nova Siri a Metaponto, in tutta quell’area lucana confinante con la Puglia e la Calabria.

Dopo i saluti di Francesco Calderano, Mimmo Totaro, anche nella sua veste di Vice Presidente del Rotary Club “Senise Sinnia” e quale rappresentante del club padrino, ha evidenziato le opportunità che il neonato club potrà offrire ad un territorio, quale la fertile pianura di Metaponto, in termini di servizio e progettualità.

Soprattutto, sottolinea Totaro, la forte presenza femminile (14 socie su 22 complessivi) è un forte richiamo di crescita e diversificazione dell’effettivo ed il modo migliore di rispecchiare la comunità in cui si opera, una comunità dinamica ed in forte espansione culturale, economica e sociale.

Proprio in tal senso, a guidare il club sarà la Presidente Manuela Truncellito che ha voluto rimarcare le diversità e le unicità dei singoli soci, introducendo ufficialmente il direttivo in carica, costituito dal Segretario Lucia Martorella, dal Tesoriere Eva Labriola e dal Prefetto Maria De Lorenzo. 

I temi più sentiti della neo-Presidente: “Amicizia, valore della donna e servizio… Sono fortemente contenta dei soci e dello spirito con cui è nato il Club e fin da subito punteremo sulla formazione e la promozione del Club sui territori, ritenendole azioni necessarie per tramandare i valori e i principi che costituiscono le fondamenta del Rotary.”.

Alla cerimonia ha partecipato anche l’Amministrazione comunale di Policoro con l’Assessore alla Cultura, Massimiliano Scarcia, con un profondo intervento sulla valenza umana, sociale e culturale del Rotary nei territori.

Italo Grillo

Responsabile Comunicazione Rotary Club Senise-Sinnia