La Provincia di Matera sostiene la ‘Marcia per la Cultura ed il Lavoro’

MATERA – Massima attenzione del mondo produttivo rispetto a uno sviluppo dei settori come il turismo e la cultura, che ancor di più oggi, di fronte a questa pandemia, possono diventare la soluzione a cui appoggiarsi per uscire dalla crisi in atto e rilanciare il territorio.

In questo senso la Provincia di Matera sostiene la “Marcia per la Cultura ed il Lavoro” promossa dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, che testimonia l’obiettivo congiunto che le forze produttive e istituzionali del territorio si pongono per poter affrontare la difficile congiuntura in atto.

“La ricerca di strategie unitarie per poter affrontare i problemi economici e rilanciare settori messi in ginocchio dalla pandemia deve essere quella di un investimento importante su questi settori strategici, che le istituzioni devono riuscire a veicolare nella giusta direzione – sottolinea il presidente della Provincia Piero Marrese -; ed è per questo che la Provincia di Matera rimarrà impegnata anche in futuro con l’obiettivo di puntare sullo sviluppo del turismo e sulla promozione della culturale sul territorio.

In tal senso – aggiunge Marrese -, anche la posizione netta e unanime espressa contro l’ipotesi di un deposito di scorie radioattive, sul nostro territorio, testimonia come la priorità e la visione sia quella di un rafforzamento delle produzioni proprie, ed è contraria a ipotesi che possano sconvolgere e danneggiare quelle che sono le bellezze naturali che costituiscono il futuro e il volano dello sviluppo del territorio”.