La Yellow Run si presenta, ora più che mai insieme oltre le barriere

MATERA – L’edizione 2020 della Yellow Run di Matera si è presentata ufficialmente alla stampa e a tutta la cittadinanza questa mattina alle ore 11:00 presso gli uffici della sede BPER Banca di Piazza San Francesco 12. Gli organizzatori presenti hanno illustrato il programma e l’itinerario della manifestazione, sottolineando in particolare le motivazioni che stanno dietro alla mission di un evento inclusivo come quello della Yellow Run, che diventa ancora più importante proprio in un momento di difficoltà come quello che abbiamo vissuto e che stiamo ancora vivendo in questo post-pandemia, prendendo ispirazione direttamente dalla vita dei campioni paralimpici che dalle difficoltà hanno saputo trarre le risorse migliori per andare oltre alle barriere.

«La Yellow Run è un evento importantissimo per BPER Banca, che è una banca solidale, e che dunque ci tiene a rinnovare il suo impegno di partecipazione e inclusione verso il territorio di Matera», ha detto Felice Di Canio, il direttore della zona di Matera di BPER Banca, il quale, dopo una breve ma incisiva introduzione, ci ha tenuto a sottolineare il rinnovo dell’impegno della banca al fianco di Fuori Campo 11 anche in questa seconda edizione materana della Yellow Run.

Dopodiché sono intervenuti gli organizzatori della manifestazione presenti sul territorio, Franco Cosmai e Barbara Fontanesi, i quali hanno rinnovato l’impegno di continuità con la città, presentando la nuova edizione della Yellow Run nuovamente in nome dello sport e dell’inclusione. «Questa è una corsa-camminata non competitiva in nome dell’inclusione che vuole rappresentare una forma di resistenza dopo l’esperienza difficile legata al coronavirus», ha dichiarato Barbara Fontanesi, la quale ci ha tenuto a ribadire come sia fondamentale, oggi più che mai, esserci per non perdersi sempre nel segno giallo della Yellow Run.

Subito dopo è intervenuto Franco Cosmai, che ha sottolineato come l’esperienza dello scorso anno non sia stata solo una meteora legata alla Matera capitale europea della cultura ma che al contrario si poneva in funzione di un progetto da portare avanti nel tempo, come testimoniato dal ritorno della Yellow Run nella città dei sassi. Inoltre ha dichiarato: «lo sport consente ai normodotati e alle persone con disabilità di poter tornare ad uscire e la nostra corsa in questo senso è fondamentale nella promozione della sensibilizzazione e dell’integrazione. Per le persone con disabilità è un’occasione per superare le proprie paure e la vergogna, che talvolta li ha tenuti in casa mentre per i normodotati è un’occasione per conoscere il diverso senza lasciarsi spaventare. Per tutti invece è sicuramente un’occasione per fare esperienza di condivisione».

Infine, sono intervenuti i partner dell’evento, ricordando la loro presenza e il loro sostegno per questo importante progetto, specialmente nei confronti della cittadinanza, attraverso i rappresentati del Centro Sportivo Italiano di Matera, Vincenzo Bianco, la vicepresidente del Comitato Italiano Paralimpico e collaboratrice di Aias, Gabriella Savino, e la rappresentante dell’associazione italiana ciechi e ipovedenti, Cinzia Lillo.

Ricordiamo che le iscrizioni alla Yellow Run sono ancora aperte e lo saranno fino a pochi minuti prima del via che si terrà alle 6:00 del mattino di sabato 26 settembre da piazza Vittorio Veneto, percorrendo un tracciato suggestivo di 5,30 Km fra gli splendidi sassi di Matera.

I PARTNER – Yellow Run è organizzata dall’associazione Fuori Campo 11 in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano comitato provinciale di Matera e comitato regionale della Basilicata. Partner dell’evento le associazioni Genitori H24, Aias (Associazione Italiana Assistenza Spastici), Comitato Paralimpico dalla Basilicata (delegazione di Matera), Il Puzzle, Centro Danza, Cooperativa Fratello Sole di Irsina, UICIL (Unione Ciechi ed Ipovedenti lucani), UIC (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – sede di Matera) ed una rappresentativa di studenti ed insegnanti del liceo sportivo “Dante Alighieri” di Matera. La manifestazione è sostenuta da BPER Banca, Assicurazioni Generali (sede di Matera) e Croce Rossa Italiana (comitato di Matera).

L’iniziativa gode del patrocinio morale del Comune di Matera.