Lagonegro esclusa dal bando Sport e Periferie: Buldo e Santarsenio: ‘bocciatura di cui dovrà farsi carico l’amministrazione’

LAGONEGRO (PZ) – Anita Buldo e Giovanni Santarsenio del gruppo consiliare Lagonegro – Bene Comune in relazione all’ esclusione della commissione valutatrice del Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri del progetto presentato dall’Amministrazione Di Lascio con Delibera di Giunta n° 86 del 29.10.2021 per il bando “sport e periferie” dichiarano:

La motivazione dell’esclusione: “non conforme al codice degli appalti” del progetto candidato dall’Assessore Olivo è la cartina di tornasole dell’incapacità dell’Amministrazione Comunale di programmare ed agire all’interno del quadro normativo sui lavori pubblici e sugli appalti.

Si continua con gli affidamenti diretti, soltanto pochi giorni fa altri €83.000,00 oltre IVA di lavori sono stati affidati così per le vie brevi, esattamente come tutti gli incarichi ed i lavori pubblici a far data le elezioni dello scorso settembre.

La Sindaca ed i suoi continuano a sottrarre energie agli uffici per predisporre progetti che poi vengono sonoramente bocciati – perché contrari alle norme -, nel mentre ai tanti cittadini che attendono riposte dall’Ufficio Tecnico Comunale gli stessi attori politici raccontano la frottola “che c’è tanto lavoro che non riescono a finire le pratiche nemmeno per l’Amministrazione”.

Una bocciatura è una bocciatura e la maggioranza deve farsene carico, traendone le giuste e dovute conseguenze, attendiamo che rapidamente Assessore e Sindaca comunichino ai cittadini di Lagonegro le proprie determinazioni in merito!