Lamboglia chiede chiarezza su somministrazione AstraZeneca

Lauria (PZ) – In data odierna il primo cittadino lauriota Angelo Lamboglia ha inviato una nota all’assessore regionale Leone, al direttore generale del Dipartimento Politiche della Persona della Regione Basilicata e al Direttore Generale dell’ASP dr. Lorenzo Bochicchio nel quale chiede, alla luce della nota della Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria come comportarsi nei confronti dei soggetti inferiori ai 60 anni di età e che in questa fase non hanno aderito alla vaccinazione. Di seguito riportiamo in primis la nota social del Sindaco, a seguire sia in testo sia in formato immagine la nota inviata e in calce la nota di ieri a firma di Rezza.

“In merito alle tante richieste giunte -nota social di Lamboglia- sulla questione astrazeneca, ovvero la possibilità di optare per altro vaccino capendo tempi e modi di somministrazione, con apposita nota, vista la circolare del ministero, il comunicato della regione, la vaccinazione del personale scolastico in essere nel distretto di Lauria e la mancanza di direttive, ho chiesto di fare chiarezza indicando le modalità secondo cui procedere al fine di evitare una scarsa partecipazione, favorita negli ultimi giorni da una comunicazione poco chiara”.

“Vista la nota della – nota protocollata di Lamboglia indirizzata ai soggetti sopra indicati- Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria di ieri a firma del direttore generale dott Giovanni Rezza, con la quale si rappresenta che è raccomandato un uso preferenziale del vaccino Vaxzevria (AstraZeneca per intenderci) nelle persone di età superiore a 60 anni; atteso che sono in corso campagne vaccinali che prevedono l’utilizzo del siero in argomento, tutto ciò premesso, si chiede voler chiarire, con ogni cortese sollecitudine, le modalità ed i tempi somministrazione dei vaccini in favore dei soggetti di età inferiore ai 60 anni che avrebbero dovuto sottoporsi a vaccinazione in questa fase e che non hanno aderito visto indirizzo fornito dalla citata”.