L’amore che mangia questa terra

Hai un fiore che sboccia
in ogni tuo sorriso,
un sole in ogni sguardo
che concedi al mondo. 

E’ una poesia di parole profonde
ogni tuo movimento. 
E’ una danza di arte e luce
ogni tuo passo.

Tu che hai gli occhi
così grandi e luminosi,
incendi il mio giorno di bellezza e tormenti,
di desideri e dolcezza,
di battiti che si fanno più intensi.

Il tempo si dilata ad ogni mio pensiero,
facendo a pugni con il sogno
di vederti, di averti.

Sulla tua pelle c’è scritta
tutta la bellezza del mondo,
con un tratto delicato ma presente, deciso.

Sei il mare, la sabbia,
il sole caldo, il sale,
la leggerezza, il bianco,
la libertà.

Sei come il primo giorno di mare,
l’attesa delle vacanze,
il sole che si allunga fino alla sera,
il tramonto che incendia il cielo.

Matera. Foto di Sergio Ragone