Latronico firma una convenzione di rigenerazione urbana con altri comuni, De Maria: ‘si continua a lavorare in silenzio senza cadere nelle polemiche’

LATRONICO (PZ) – “Oggi ho firmato la convenzione con i comuni di Senise, Francavilla, Episcopia, Missanello, Teana e San Paolo Albanese per il progetto di rigenerazione urbana. Per Latronico ci saranno 1.150.000 euro per miglioramento della qualità del decoro urbano in alcune importanti zone del territorio”.

In questi ultimi tre mesi abbiamo presentato sul Pnrr un progetto per l’attrattivita’ del centro storico (1.600.000 euro), e un altro con il comune di Rotonda, Chiaromonte, San Severino Lucano e Nova Siri per i sentieri del benessere (5 milioni di euro), sul quale la regione Basilicata ha già dichiarato, in un comunicato stampa, di voler finanziare e dove sarà previsto un parco didattico dell’acqua e dell’energia nel nostro territorio. Sempre per il Pnrr abbiamo presentato il progetto per il miglioramento e la meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani (680.000 euro)”.

Lo rende noto il sindaco di Latronico Fausto De Maria.

“Abbiamo presentato un progetto alla Regione Basilicata per realizzare un centro operativo comunale con la ristrutturazione di un nostro immobile (700.000 euro), e intanto ultimamente abbiamo ricevuto anche un’ulteriore finanziamento richiesto di 160.000 euro che si va ad aggiungere ai 150.000 euro già finanziati tre anni fa per realizzare, ma soprattutto per completare, un centro diurno per la prima accoglienza per i malati dementi e di alzheimer. E intanto stiamo preparando in questi giorni altri tre progetti per infrastrutture sociali sempre nel Pnrr.

Questa è la vera dimostrazione che in questi ultimi mesi, – spiega il primo cittadino latronichese – in maniera responsabile, ho fatto in modo, peraltro come sempre, che l’amministrazione comunale continuasse a lavorare per il bene del nostro territorio, al contrario di quello che qualcuno va raccontando in giro”.

In questo periodo ho preferito solo il silenzio e/o il parlar poco, perché un sindaco deve essere moderato, non può farsi trascinare sempre in polemiche, rispondere a insulti personali, o mettersi a ribattere su particolari di atti amministrativi tramite social; io su questo riesco a reggere benissimo e non vi preoccupate perché ho forza per sopportare di tutto, anche l’irriconoscenza. Chi cerca di dare giustificazioni su alcuni cambiamenti, alludendo a presunti complotti e/o strategie politiche, farebbe meglio ad iniziare a farsi qualche piccola autocritica, anche se dovesse farlo per la prima volta, soprattutto perché l’autocritica aiuta sempre a migliorarsi, al contrario della presunzione che costruisce solo piedistalli di cartapesta.
E soprattutto ognuno dovrebbe essere anche responsabile delle proprie azioni, e poi magari esserne anche consequenziale”, dichiara De Maria.

“Per il resto nei prossimi giorni, a proposito di elezioni comunali, il mio obiettivo semmai sarà solo quello di tentare ad unire la nostra comunità e non certamente a dividerla. Preciso a qualcuno che la legge del terzo mandato e’ stata sbloccata in commissione affari costituzionali al Senato due mesi dopo la mini-spaccatura all’interno della nostra amministrazione comunale, quindi non è stata la causa ma oggi sicuramente ne sta diventando una delle soluzioni praticabili”, conclude il sindaco ed esponente di Italia Viva.