Lauria al centro di grandi progetti culturali. Intervista all’Assessore Lucia Carlomagno

LAURIA (PZ) – Dopo l’evento “Capitale per un giorno”, il Comune di Lauria prosegue nella sua opera di promozione culturale del territorio e della sua storia. In questi giorni in particolare, sul profilo facebook dell’assessore alla cultura Lucia Carlomagno, sono stati pubblicati vari bandi che riguardano il comune valnocino e la promozione delle sue tradizioni culturale e storiche. ivl24 ha incontrato l’Assessore per farsi spiegare al meglio obiettivi e finalità.

Prosegue l’intento del voler fare rete dopo capitale per un giorno. Ora si guarda al Natale, come è andato il primo tavolo di concertazione?

 L’evento Capitale per un giorno è il risultato di un lungo lavoro che ha coinvolto numerose associazioni e risorse con competenze professionali e intellettuali, oltre all’impegno assoluto dell’amministrazione. La grande partecipazione dei cittadini ha fatto diventare la manifestazione un vero trionfo. Questo evento è l’esempio riuscito di un metodo che ispira l’amministrazione e l’assessorato per quanto riguarda gli eventi e la cultura: quello del coinvolgimento e della partecipazione attiva dei cittadini, dei commercianti e delle forze associative. L’organizzazione del Natale che ha caratterizzato gli scorsi anni è sicuramente un altro esempio ben riuscito. L’istallazione della pista di pattinaggio su ghiaccio e gli eventi ad essa correlati hanno suscitato il gradimento di grandi e piccini. Per questo Natale stiamo lavorando a iniziative di eguale spessore e attrattiva.

Che eredità lascia l’evento capitale per un giorno?

 L’evento capitale per un giorno lascia in eredità  l’importanza della cooperazione, e ciò a dimostrazione che quando si lavora insieme per il raggiungimento di un obiettivo comune Lauria non è seconda a nessuno. Soprattutto lascia in eredità una  importante attrattiva  culturale, che è il percorso dei murales con i quali camminiamo idealmente nella storia lucana passeggiando concretamente per le strade, i vicoli e le piazze della nostra città.

Molti bandi approvati sulla cultura vedono Lauria protagonista: di cosa si tratta nello specifico?

Sto cercando di rispondere a tutti i bandi che ci danno la possibilità di recuperare fondi, anche minimi, per migliorare e/o promuovere le bellezze paesaggistiche e storico/culturali del nostro territorio. Al momento sono 3 i progetti finanziati e altri in fase di elaborazione, che variano dal recupero storico e culturale, fino al punteggio più alto per i finanziamenti ad opera dal Gal. Inoltre, proprio l’altro giorno, nell’ambito della misura dedicata all’implementazione dei servizi destinati al turista, l’assessorato al turismo in collaborazione con l’assessorato all’ambiente, ha immaginato di rendere maggiormente fruibile il “Parco del Vincolato”.  Anche in questo caso è stato fondamentale il coinvolgimento dei giovani e delle associazioni che ha consentito di tessere una interessante rete operativa. Non secondario è anche L’ aver avviato la programmazione in rete tra alcuni comuni Valnocini.

Che lavoro c’è dietro tutto ciò e che obiettivi si pone? 

Fare l’assessore alla cultura è un lavoro molto impegnativo perché le limitate disponibilità economico- finanziarie dei comuni, spesso non incontrano il desiderio di voler proporre una offerta culturale adeguata alle esigenze della cittadinanza. Per questo  è necessario un lavoro suppletivo e continuo di monitoraggio dei bandi regionali o nazionali grazie ai quali è possibile concretizzare le iniziative che si vogliono realizzare. Nello stesso tempo, l’assessorato alla cultura richiede una grande opera di mediazione e di coordinamento con le numerose e diverse associazioni cittadine (ognuna delle quali con le proprie esigenze) e tra queste e gli uffici pubblici. L’ obiettivo è quello di continuare a creare occasioni di confronto e di crescita individuale e collettiva, ma anche di svago e di divertimento in una realtà, come quella lauriota, che ha ancora grandi potenzialità sociali e culturali.