Lavori pubblici e finanziamenti a Praia a Mare, De Lorenzo: “Piccole e grandi opere: non ci sono nullafacenti”

PRAIA A MARE (CS) – “Attualmente, sul conto corrente del comune ci sono oltre 21,5 milioni di euro, mentre un anno fa, al nostro insediamento, ce n’erano circa 18 milioni 300 mila euro. Sulle somme, di diversa provenienza, ci sono dei vincoli di utilizzo pregressi, eccetto che per i finanziamenti ottenuti da questa nuova amministrazione”.

A fare i conti in tasca al Comune di Praia a Mare è il sindaco Antonino De Lorenzo introducendo una disamina sulla gestione della cosa pubblica effettuata fin qui dalla Giunta in collaborazione con gli uffici comunali.

“Non si tratta – commenta il primo cittadino – di vantarsi di essere bravi a fare soldi. Questo dato significa che c’è una gestione sorretta da una visione di Praia a Mare che avevamo raccontato in campagna elettorale e che produce risultati attraverso il lavoro degli amministratori con dirigenti e dipendenti comunali”.

Secondo De Lorenzo, segni tangibili di questa analisi sono riscontrabili sul territorio e non si limitano meramente all’organizzazione di eventi e spettacoli, come viene spesso sostenuto dall’opposizione. In particolare, per due finanziamenti ottenuti grazie all’impegno dell’assessore ai Lavori pubblici, Francesco Di Deco, del consigliere delegato all’Ambiente, Domenico Droghini, della maggioranza e degli uffici comunali.

“La precedente amministrazione – spiega il sindaco di Praia a Mare – aveva presentato una proposta di finanziamento al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica relativo all’isola ecologica. La graduatoria è stata poi annullata in autotutela dal dicastero e abbiamo dovuto seguire la riammissione alla nuova graduatoria, ottenendo così 713 mila euro per la rigenerazione anche digitale dell’Isola ecologica di Praia a Mare.

Inoltre – prosegue –, abbiamo ottenuto un finanziamento del dipartimento Turismo, marketing territoriale e mobilità della Regione Calabria per parcheggi pubblici. Il Comune di Praia a Mare è primo nella graduatoria degli interventi ammessi a finanziamento per una somma di circa 400 mila euro che utilizzeremo per riaprire lo storico parcheggio interrato di Piazza don Luigi Sturzo, ora adibito a deposito”.

Oltre 1 milione di euro che si aggiunge ad altre somme ottenute per eventi e depurazione, mentre sempre in ambito di opere pubbliche sono partiti e partiranno a breve interventi per rete elettrica, illuminazione pubblica, marciapiedi e viabilità.

“Alcuni risultati già si vedono, ma – prosegue Antonino De Lorenzo – dateci il tempo di lavorare, attrarre finanziamenti e mettere in cantiere piccole e grandi opere. I componenti dell’amministrazione comunale e i dipendenti dell’ente sono persone abituate a lavorare, non ci sono nullafacenti”.