Lettera di metà mandato del sindaco Rubino ai cittadini: “abbiamo ridato centralità a Moliterno”


 MOLITERNO (PZ) – “Carissime\i concittadine\i, dal 22 settembre 2020 ad oggi, ogni giorno, il nostro impegno è stato costante per poter raggiungere obiettivi concreti, utili per la comunità. Abbiamo pensato di condividere con Voi una presentazione dei principali risultati di questi primi 2 ANNI di AMMINISTRAZIONE. La nostra comunicazione vuole tenere insieme programma elettorale, partecipazione e informazione, in una stretta sinergia con i cittadini”. Inizia con queste parole la lettera di metà mandato scritta ai moliternesi dal primo cittadino Antonio Rubino.

“Il primo obiettivo che ci eravamo prefissati è stato raggiunto: ridare centralità a Moliterno, ridare a questa comunità un ruolo nella Val d’Agri e in Basilicata. È un punto di partenza, non un punto di arrivo. Guardiamo al domani, senza inseguire un passato che non tornerà, consapevoli dello scenario regionale e nazionale che viviamo. Nelle prime pagine”, scrive il sindaco moliternese, sono esposti i principali lavori e interventi conclusi. Non ci siamo soffermati sulle tantissime azioni effettuate e sui servizi svolti a servizio della cittadinanza nella gestione ordinaria o nel periodo dell’emergenza sanitaria. Troverete le azioni principali, le prime realizzazioni concrete, allo scopo anche di dare conto circa l’impiego delle risorse finanziarie pubbliche”.

“Abbiamo pensato di informarVi anche sui tantissimi cantieri di prossima apertura e in corso, al fine di poter valutare insieme i prossimi passi del cammino che ancora ci attende. Tanti problemi risolti e Di Nuovo uno sguardo al futuro. Insieme ai primi passi concreti di questi due anni, spiega l’esponente di Italia Viva, “presentiamo il resoconto dei nuovi finanziamenti ottenuti da Moliterno: nel solo 2022 circa 6 milioni €uro. Risorse importantissime e che entrano in circolo nel tessuto economico della comunità. Opere strategiche grandi e piccole, miglioramento dei servizi, investimenti con sguardo sul lungo periodo”.

“Sono stati 2 anni intensi, difficili ma entusiasmanti. Abbiamo affrontato eredità complicate e situazioni difficili per le diverse emergenze. Con trasparenza abbiamo sempre informato i cittadini sull’azione amministrativa e sul metodo di risoluzione dei problemi che venivano evidenziati. Nella nostra campagna elettorale non abbiamo fatto promesse o annunci di opere faraoniche, ma ragionato di azioni misurate caratterizzate dall’assunzione di responsabilità di garantire un costante impegno, la presenza, un METODO chiaro, la QUALITA’ delle azioni da svolgere in un TEMPO utile”, dichiara Rubino.

“Non possiamo nascondere i problemi del nostro tempo e dei centri delle aree interne come Moliterno: crisi demografica, spopolamento, dissesto idrogeologico e abbandono delle aree rurali, invecchiamento della popolazione, emigrazione giovanile. Sono problemi dinanzi ai quali non basta l’impegno di una Amministrazione Comunale. Fin dal primo giorno del nostro mandato” – spiega il primo cittadino – “non abbiamo venduto illusioni, ma abbiamo dichiarato di voler compiere ogni sforzo e mettere in campo tutto l’impegno possibile per creare migliori condizioni di contesto per far nascere nuove opportunità. Occorre sempre rinnovare questa sfida, insieme, per una comunità più coesa”.

“Tutti i moliternesi hanno il sogno di vedere il loro paese più vivo, capace di avere nuove opportunità. Questo sogno ha valore se lo sogniamo insieme, se, almeno su questo sogno, anche da posizioni diverse, lavoriamo per farlo diventare realtà con piccoli passi di un percorso comune”, conclude il sindaco di Moliterno.