Madre e figlio morti al San Carlo: indagati quattro ginecologi del nosocomio potentino

POTENZA – Sono quattro i ginecologi raggiunti nel pomeriggio di ieri da avviso di garanzia per la morte della 37enne Sandra Masino di Villa d’Agri e del piccolo che portava in grembo, avvenuta domenica all’ospedale “San Carlo” di Potenza.

L’esame autoptico sui due corpi dovrebbe avvenire nella giornata di domani, con il pubblico ministero titolare del fascicolo d’indagine, Ersilio Capone, che dovrebbe dare incarico al medico legale già nel pomeriggio di oggi. L’indagine è partita dalla Procura stessa, la quale ha deciso di prendere iniziativa e avviare accertamenti su quanto accaduto anche in assenza di denunce da parte dei familiari.

Domenica la donna fu accompagnata dal marito Giovanni al San Carlo di Potenza in pieno travaglio dopo aver accusato dolori. Nel nosocomio potentino poi la scoperta del feto senza vita e dopo diverse ore la morte della donna, a quanto pare per una emorragia. A chiarire le cause sarà l’autopsia che verrà effettuata, come suddetto, nei locali dell’ospedale potentino.