M’ammalia 2019. La settimana dei Mammiferi: la Lontra lungo l’Appennino Meridionale

Questo evento ha l’obiettivo di promuovere la conoscenza delle problematiche legate ad una delle specie più importanti del nostro paese, la Lontra. L’evento rientra nella programmazione della settimana nazionale dei Mammiferi, M’ammalia 2019, promossa da ASI, Ass. Teriologica Italiana e ANMS, Ass. Nazionale Musei Scientifici.

La lontra europea (Lutra lutra, Linnaeus 1758) è un mammifero carnivoro, molto adattabile, che riesce a vivere in una grande varietà di habitat acquatici. La sua distribuzione in Europa ha subito un drammatico declino soprattutto negli anni ’60 e ’70, mentre in Italia la sua presenza lungo l’Appennino centro-meridionale sembra essersi concentrata in alcune aree in cui è rimasta pressoché stabile. La specie è considerata in pericolo in Italia (EN, IUCN Italian Red List) e quasi minacciata a livello continentale (NT, IUCN Red List). Questa specie ha una grande rilevanza a livello Europeo, non solo per gli aspetti conservazionistici, ma anche a causa di una serie di problematiche ambientali che ruotano inevitabilmente attorno alla sua ecologia.

La conservazione della Lontra è minacciata a causa dei cambiamenti delle condizioni idrauliche e del funzionamento idrografico dei fiumi, della pessima gestione delle acque reflue urbane ed industriali, dalla riduzione della connettività ecologica, dalla diminuzione della disponibilità di prede, dall’inquinamento dovuto alle attività agro-forestali e dalle uccisioni lungo le strade.

Di questo e molto altro parleremo con la Prof.ssa Anna LOY (Università degli Studi del Molise, Membro SSC Otter Specialist Group IUCN), una delle massime esperte mondiali della conservazione della biologia di questa specie, alla quale si affiancheranno esperti e ricercatori locali che illustreranno i risultati delle ricerche in corso in Basilicata e nei Parchi Nazionali Lucani.

L’incontro è patrocinato dall’Ente Parco Nazionale Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese ed è stato promosso da CEAS Raparello di S. Martino d’Agri, CEAS Museo del Lupo di Viggiano e CEAS Centro Studi Appennino Lucano di Marsicovetere, in collaborazione con CSN Nyctalus, Associazione Guide Ufficiali del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano e l’APS LucaniaNature. L’incontro rientra anche tra le iniziative approvate da AIGAE.

Il programma prevede un’escursione al mattino lungo il fiume Agri per valutare lo status di salute degli habitat frequentati dalla lontra in Val d’Agri e nel pomeriggio un seminario a Viggiano (ore 15:30 – Contrada S. Lucia, sede Protezione Civile Gruppo Lucano) dove si discuterà delle problematiche legate alla conservazione di questo splendido mammifero.

Per info e contatti csn.nyctalus@gmail.com