Maratea, Stoppelli protesta con la Regione: vaccinare i fragili nei comuni di residenza

Maratea (PZ) – “Si sono concluse oggi le tre giornate vaccinali riservate ai nostri ultra ottantenni in un contesto qualificato della nostra struttura ospedaliera, garantendo a tutta l’utenza un luogo fornito di tutti i servizi. Un grazie per il grande lavoro di coordinamento alla Polizia Locale, alla Protezione Civile di Maratea ed ai Servizi Sociali del nostro Comune per l’assistenza fornita, ed ovviamente ai medici del Gruppo Koinè e dell’ASP coordinati dal Dott. Dattola”. Dichiara il Sindaco marateota Daniele Stoppelli.

Nella nota social il primo cittadino ricorda come procedere con la prenotazione delle vaccinazioni per i fragili e fa presente che: “domani scriverò una lettera di protesta alla Regione per facilitare le vaccinazioni nei luoghi di residenza, perché costringere le persone “fragili” a fare lunghi spostamenti per vaccinarsi è un problema grave anche per i familiari soprattutto in questo difficile periodo di grave crisi economica”. Successivamente sarà il turno degli over 70 ed anche per loro auspico una soluzione di buon senso”.

Domani è prevista la riapertura delle scuole, -conclude Stoppelli- ieri abbiamo svolto lo screening con tampone antigenico, ed a partire da sabato 10 è prevista la vaccinazione per il personale scolastico. La scelta di vaccinare i docenti di Maratea a Lauria è stata infelice in quanto non consentirà il regolare svolgimento delle attività didattiche e creerà inutili disagi ai docenti. Non basta dire una data per le vaccinazioni bisogna somministrare i vaccini senza arrecare disagi ai cittadini che già hanno pagato un prezzo altissimo in questa pandemia. In merito ai tamponi molecolari non si registrano aggiornamenti dalla piattaforma regionale. Con la riapertura delle scuole, è ancora più importante rispettare le regole anticontagio, indossare sempre la mascherina, igienizzare spesso le mani e mantenere le distanze”.