Matera, presentata la nuova Giunta Bennardi

MATERA – Rifiuti, gestione della pandemia, servizi sociali e innovazione. Sono i quattro temi sui quali intende lavorare la nuova giunta comunale di Matera.

Lo ha annunciato questa mattina il sindaco Domenico Bennardi in occasione della presentazione ufficiale della squadra di governo cittadino nella sala Mandela del Comune di Matera.

“Puntiamo molto sull’innovazione – ha ricordato il sindaco Bennardi – e già nei giorni scorsi abbiamo ripristinato la linea internet wi-fi al sesto piano del Comune di Matera, perchè non era mai stata resa fruibile”.

Ha fatto discutere la scelta del capo di gabinetto che arriva da Bari, i cittadini preferivano un materano, cosa ne pensa? “Noi difendiamo la materanità e abbiamo fatto questa scelta proprio perchè non vogliamo escludere la materanità ma vogliamo proteggerla. Il capo di gabinetto è un supporto al sindaco nell’interlocuzione politica e amministrativa. Abbiamo preferito un professionista di fuori perchè volevamo evitare una figura materana che potesse essere implicata in dinamiche politiche locali”.

Favorevole o contrario alla chiusura totale delle scuole con l’aumento dei contagi? “Sono per la didattica a distanza al 50%, come previsto dall’ordinanza regionale. Piuttosto dobbiamo lavorare per garantire la connessione internet alle famiglie che sono in difficoltà e stiamo già lavorando per portare a Matera il progetto Piazza Wi-Fi Italia partendo dai borghi, perchè ci sono famiglie che non si possono permettere un modem”.

Michele Capolupo

Il sindaco Bennardi ha presentato gli assessori che compongono la sua giunta.

E’ composta da cinque uomini e quattro donne la nuova giunta comunale di Matera, guidata da Domenico Bennardi (M5s), eletto al ballottaggio il 5 ottobre scorso con una percentuale superiore al 67 per cento dei voti (battendo il candidato di centrodestra).

I nove assessori sono: Arcangelo Colella (bilancio), Alberto Acito (innovazione e servizi civici), Raffaele Tantone (mobilità), Giuseppe Digiglio (attività produttive), Giuseppe Sarli (politiche sociali), Tiziana D’Oppido (cultura), Lucia Summa (ambiente), Rosa Nicoletti (urbanistica) e Graziella Corti (opere pubbliche).

(Fonte Sassilive)