Melfi, vandalizzata la sezione PD ‘Antonio Luongo’

MELFI (PZ) – Michele D’Adamo, il segretario della mia sezione del PD Melfi “Antonio Luongo” stamattina ha trovato la sede vandalizzata con scritte e oggetti rotti e buttati a terra. A denunciare l’accaduto è il Segretario del Gd di Basilicata Marco Zampino. “Violare un luogo in cui si compie la democrazia è un gesto di una vigliaccheria spaventosa e fa paura, davvero tanta paura, il livello in cui siamo arrivati”, scrive Zampino. Ma non pensate che ci fermeremo. Il nostro è un cammino che viene da lontanto e continueremo a portarlo avanti con orgoglio e a testa alta!Come dice il mio segretario: siete quello che avete fatto”, conclude il segretario regionale Gd.

“È un attacco vile, vergognoso che colpisce al cuore non solo del partito ma dell’intera comunità, un grave episodio mai accaduto nella città federiciana- evideniza il segretario cittadino, Michele D’Adamo. C’è una firma precisa lasciata dagli autori del gesto, una firma che rimanda al TruceKlan, sedicente gruppo che inneggia all’odio e alla violenza verso lo Stato e verso la politica di qualsiasi schieramento”.

“Il circolo PD “Antonio Luongo” di Melfi è stato oggetto di un atto vandalico vergognoso. L’episodio è ancor più grave –il commento del Pd provinciale potentino e della segretaria Locantore– poiché fra qualche mese si voterà per eleggere il nuovo consiglio comunale. Siamo molto preoccupati per quanto accaduto nella città federiciana ed è un atto rispetto al quale faremo sentire la nostra voce in modo chiaro. Il Partito Democratico provinciale è vicino al Circolo di Melfi e lo sostiene nella sua attività politica contro ogni forma di odio e intolleranza.”

Immediata la solidarietà di Gianni Dal Moro (deputato e commissario del PD lucano): “Questa mattina  il segretario del circolo Pd  di Melfi ha trovato la sede della sezione intitolata ad Antonio Luongo violata con danni e scritte.Non sappiamo cosa ci sia dietro questo atto vandalico, starà agli inquirenti accertare i fatti, ma possiamo assicurare che non ci fermeremo, che continueremo nel nostro impegno politico. Non saranno gli atti vandalici a piegare lo spirito e la determinazione dei democratici lucani. Un abbraccio al segretario Michele D’Adamo del circolo di Melfi, Comune che quest’autunno andrà al voto, da parte del Partito Democratico della Basilicata”.

Solidarietà anche da parte del Senatore e responsabile organizzazione del pd nazionale Stefano Vaccari che con un tweet afferma: “Andiamo avanti insieme senza paura”. Solidarietà dal circolo del PD di Lauria e dal Capogruppo lauriota Mimino Ricciardi.

“Vicini ai nostri iscritti e dirigenti del PD Melfi. Andiamo avanti!”. Questo è il contenuto di un tweet postato dal Segretario nazionale del PD Enrico Letta

“Siete quello che avete fatto”. Sono le giuste parole con le quali Michele D’Adamo, Segretario del Circolo PD Melfi “Antonio Luongo” ha definito gli autori del vile gesto avvenuto questa notte.
Esprimo la mia solidarietà ai compagni ed amici di Melfi.Non fatevi intimorire, non facciamoci intimorire. I nostri valori e le nostre idee sono più grandi e più forti di qualunque attentato o gesto da imbecilli.Rimbocchiamoci le maniche e andiamo avanti!”. Queste le parole del consigliere regionale del PD, Roberto Cifarelli

“Vicino e solidale al segretario Michele D’Adamo e al circolo del Pd di Melfi per la inaccettabile violenza subita.Si faccia piena luce, anche per restituire serenità a pochi mesi da una competizione elettorale che porterà a scegliere chi amministrerà la Città federiciana. Non si può lasciare impunito un atto di violenza contro la democrazia, la partecipazione e la libertà. La politica non fletta, schiena dritta e testa alta. Avanti con coraggio e passione”, scrive su Facebook l’ex Presidente del consiglio regionale Piero Lacorazza

“Il gravissimo atto compiuto contro il circolo Pd di Melfi dimostra il grado di imbarbarimento a cui sono giunti coloro che odiano la democrazia, il confronto leale e rispettoso, le sedi della democrazia.
Il circolo del Pd di Melfi ha una storia e radici profonde, la sua bellezza è la qualità dei suoi iscritti e dei suoi dirigenti, essa risplende ancor di piu dopo le aggressioni fanatiche e immorali ricevute”. Il commento del Sen. Gianni Pittella.

Dopo gli eventi accaduti a Lavello poco tempo fa, anche a Melfi una sezione politica, quella del PD, è stato oggetto di violenza. “Atti apparentementi scollegati tra loro – commenta il segretario generale Cgil Basilicata, Angelo Summa – azioni di vandalismo che nascondono una deriva pericolosa:  avversari che si trasformano in nemici da silenziare e spaventare, comportamenti che richiamano metodi fascisti e anche deliquenziali. Non bisogna abbassare la guardia ma rilanciare  alzando il livello di attenzione e partecipazione. La CGIL Basilicata esprime solidarietà e vicinanza al PD di Melfi, ai tesserati e ai compagni del Vulture-Melfese”, conclude il segretario.

Il Presidente della provincia di Matera Piero Marrese stigmatizza il vergognoso atto vandalico di cui è stato vittima la scorsa notte il circolo Pd di Melfi ed esprime la sua solidarietà agli amici della comunità Federiciana. “Questo atto vile e intimidatorio compiuto da qualche vigliacco, peraltro a pochi mesi dalla prossima tornata elettorale, non merita commenti e va fermamente condannato.Con l’auspicio che vengano individuati prima possibile i responsabili, invito gli amici del PD di Melfi a proseguire nel loro impegno politico e a non mollare nella loro azione con grinta e determinazione, perseguendo i valori che hanno sempre ispirato i democratici lucani. Atti del genere – conclude Marrese – sono contro la democrazia e la libera espressione delle idee. La violenza perpetrata sotto qualsiasi forma è da condannare sempre. Oggi abbiamo bisogno di unità e dialogo, su queste basi si fonda il vivere civile”.

“Gli atti vandalici e la violenza non appartengono alla politica lucana che, invece, deve sempre confrontarsi sulle idee. L’attacco alla sezione del PD di Melfi intitolato al compianto amico Antonio Luongo è simbolicamente un attacco alla politica tutta che, come Italia Viva, condanniamo senza se e senza ma. Il vile gesto perpetrato ai danni del PD di Melfi, proprio nel giorno in cui proprio nella città federiciana Italia Viva ha incontrato il mondo delle imprese prima per discutere di Stellantis e poi i tanti simpatizzanti e iscritti al partito, ci lascia un amaro in bocca.”
Lo dichiarano i consiglieri regionali Luca Braia e Mario Polese, insieme ai coordinatori regionali, provinciali e giovani di Italia Viva Basilicata.
“Episodi del genere, che siano ragazzate o perpetrati con dolo, sono da condannare a prescindere sperando che le forze dell’ordine trovino prima possibile i colpevoli di questo ignobile gesto. 
Siamo vicini agli amici del PD di Melfi esprimendo solidarietà al segretario Michele D’Adamo e a tutto il circolo. Il dissenso va espresso con il distinguo su programmi e progetti, sulle idee che possono anche divergere politicamente, altrimenti non lo possiamo giustificare. Si affrontino i temi solo democraticamente e pacificamente, magari anche nelle piazze o creando spazi di confronto e dibattito.”