‘Mini discriche sulla Fondovalle del Noce’: la denuncia di un nostro lettore

RIVELLO (PZ) – “Salve,vi scrivo per denunciare il fenomeno rifiuti lungo  la SS 585 entrambe le direzioni.  Si tratta di sacchi neri, materiale di plastica, pneumatici, animali morti, stoviglie, cartoni  e altro materiale.  La pulizia è necessaria in quanto gli svincoli, le piazzole di sosta, sono un biglietto da visita per coloro che giungono verso  i comuni di Rivello, Trecchina, Maratea, Lauria, Nemoli e  non si può consentire che la strada rimanga sporca ,  per una questione di degrado, ma anche di pericolo, ad esempio rischio incendi”.

A scrivere queste parole è un nostro affezionato lettore, Pietro Di Lascio, giovane di Rivello, il quale pone all’attenzione della nostra redazione la disarmante realtà presente sulla Fondovalle del Noce, con piazzole di sosta trasformate in vere e proprie mini discariche a cielo aperto.

Pietro Di Lascio, da sempre cittadino attivo nei confronti dell’ambiente e non solo, ha anche preso parte in passato a numerose iniziative ecologiste organizzate nella sua Rivello e per questo conosce bene anche l’impegno dei volontari che ogni fine estate si prodigano in lavori di ripulitura: “In molte occasioni  i volontari hanno pulito, nonostante non è consentito, in quanto la competenza è dell’Anas.Un passo importante è stata fatta con l’installazione di una telecamera, ma i risultati non sono positivi tutt’oggi. Oltre a non esserci una cultura al senso civico,alla  legalità e rispetto dell’ ambiente da parte dei cittadini, ci vuole il buon senso da parte dell’Anas a risolvere il problema una volta per tutte, senza che il primo cittadino impegnato a risolvere i problemi di Sua competenza, è costretto a chiedere all’organo competente di svolgere il proprio lavoro di manutenzione alla pulizia della strada”.

Con questa missiva Pietro vuole sensibilizzare i cittadini al senso civico e le Istituzioni a una maggiore “voce” nei confronti degli Enti addetti alla manutenzione e alla sicurezza.

Nella speranza che questa denuncia arrivi a chi di competenza, come ivl24 ringraziamo Pietro Di Lascio per il suo contributo.