Nomine regionali, scattano i poteri sostitutivi

POTENZA – La riunione straordinaria del Consiglio regionale di questa mattina è stata sciolta per mancanza del numero legale mentre era in corso l’iscrizione di una mozione proposta da Polese e sottoscritta dai consiglieri Cifarelli, Braia, Pittella, Trerotola e Acito con la quale si esprime solidarietà al popolo curdo. Al momento del voto erano presenti in aula 10 consiglieri: Acito, Cariello, Cicala, Coviello, Giorgetti, Leggieri, Piro, Polese, Quarto e Trerotola.

Non avendo il Consiglio regionale provveduto alle nomine neanche nella seduta straordinaria di oggi, in virtù di quanto dettato dall’articolo 9, comma 1, della legge 32 del 2000, la competenza è ora trasferita al Presidente del Consiglio regionale che è tenuto ad adottare gli atti conseguenziali entro i successivi tre giorni, sentiti i capigruppo consiliari.