Nota dell’amministrazione comunale di Lagonegro su idoneità degli uffici del proprio Tribunale

LAGONEGRO (PZ) – L’Amministrazione comunale di Lagonegro apprende dalla stampa le valutazioni dell’UGCI (Unione giuristi cattolici italiani), espresse dal Presidente, avv. Paladino, ed esprime dissenso.


Dopo diversi anni dall’accorpamento del Tribunale di Sala Consilina con quello di Lagonegro, non si comprendono i continui tentativi, da parte di certa avvocatura, di riprendere il tema della riapertura degli Uffici di Sala Consilina, peraltro già da anni adibiti dalla locale amministrazione ad una serie di altri uffici pubblici.


Ci preme sottolineare, ancora una volta, l’assoluta idoneità degli spazi del Tribunale di Lagonegro, oggetto negli anni di continui lavori di riammodernamento in senso igienico- sanitario e di comodità degli utenti.

I lavori continueranno nei prossimi mesi, con il trasferimento, in primis, dell’Ufficio del Giudice di Pace presso l’immobile ex sede dell’Agenzia delle Entrate, di proprietà comunale, sul quale procederemo all’acquisizione della certificazione di vulnerabilità sismica grazie al contributo finanziario garantito dal Governatore Bardi.


Sulle misure anticovid, poi, anche grazie al costante e qualificato impegno degli Uffici di Tribunale e Procura, gli spazi a garanzia dell’utenza risultano in regola con le stringenti normative vigenti. Ciò detto, l’Amministrazione comunale auspica di non leggere, in futuro, giudizi poco lusinghieri sul nostro Palazzo di Giustizia, richiamando tutti gli attori del sistema giudiziario locale ad una leale e fattiva collaborazione, in quanto riteniamo che vada anteposto il bene collettivo a mal sopite questioni campamilistiche, ancor più in questa delicata fase di emergenza sanitaria.

L’Amministrazione comunale di Lagonegro