Oncologia di precisione, in Basilicata test genomici per cure personalizzate

POTENZA – È stata approvata dalla Giunta regionale, una delibera che potenzia la prescrizione e la relativa erogazione dei test di Next-generation Sequencing (NGS), già utilizzati in Basilicata per una tipologia di carcinoma polmonare, per il recupero di informazioni più ampie sulle alterazioni molecolari del colangiocarcinoma, una forma tumorale delle vie biliari.

“L’introduzione nella diagnostica molecolare della tecnologia NGS – ha spiegato l’assessore alla Salute e Politiche della Persona, Francesco Fanelli – rappresenta un sostanziale contributo tecnologico per fronteggiare le nuove esigenze cliniche e per garantire analisi secondo criteri di appropriatezza e in tempi adeguati. Nel trattamento di particolari neoplasie, questa moderna tecnologia consente, rispetto alle metodiche standard, la valutazione contemporanea di differenti alterazioni per stabilire risposte efficaci alle terapie da somministrare. In osservanza delle indicazioni ministeriali anche nel numero dei casi trattabili, in Basilicata abbiamo dunque reso possibile per i cittadini lucani residenti, l’accesso in via totalmente gratuita a questi test di ultima generazione che ci consentono di arricchire l’offerta dei servizi di diagnosi di precisione offerti sul territorio, ma soprattutto di valutare le migliori terapie possibili per singolo caso di neoplasia atte a garantire trattamenti adeguati e quanto più possibile, personalizzati ad ogni singolo paziente. Questo provvedimento – ha concluso l’assessore Fanelli – ben si inserisce nel recente Piano di potenziamento dell’IRCCS CROB di Rionero in Vulture, identificato quale centro erogante la prestazione del test NGS, per il rilancio dell’attività clinica e di ricerca dell’Istituto, già centro di riferimento oncologico polispecialistico per la nostra regione”.

I cittadini non residenti in Basilicata potranno in egual modo usufruire del servizio offerto in regione, previa autorizzazione rilasciata delle aziende sanitarie di pertinenza essendo tale prestazione soggetta a fatturazione diretta tra aziende in quanto non ancora presente nei LEA (livelli essenziali di assistenza) garantiti dallo Stato.

Si comunica inoltre, che la prescrizione del test NGS è riservata alle UOC di Oncologia medica dell’Ospedale San Carlo e dell’IRCCS CROB di Rionero e che in costanza delle esiguità dei fondi ministeriali disponibili, qualora a giudizio dell’oncologo, si rendesse necessario prescrivere ulteriori test rispetto a quelli che trovano copertura  con i fondi disponibili, a pazienti che presentano le indicazioni necessarie, i clinici potranno comunque prescrivere il test il cui costo dovrà trovare capienza nelle risorse del Fondo Sanitario; tali eventuali ulteriori test dovranno essere comunque inseriti nella relazione di attività.